Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Post nella categoria “varie”

Vetuste istruzioni di parcheggio

Nel parcheggio di un ristorante veneto ho visto un vecchio cartello con indicazioni stradali che non sono riuscita a a interpretare. Era posizionato perpendicolare alla strada tra due alberi:

PARCHEGGIARE A UNO

Secondo voi cosa vuole (o voleva) dire PARCHEGGIARE A UNO?


Ho aggiunto la foto a Cartelli insoliti

USA: numero verde contro gli alieni!

Ieri negli Stati Uniti è stato attivato un numero verde molto controverso a cui possono rivolgersi cittadini statunitensi vittime di reati commessi da chi è immigrato illegalmente nel paese, in inglese burocratico impacted by crimes committed by illegal aliens.

Le linee sono state subito intasate da chi invece ha segnalato efferatezze commesse da extraterrestri (rapimenti con UFO e amenità simili) per sbeffeggiare il servizio voluto da Donald Trump. Due esempi di titoli della notizia:

Donald Trump’s ‘Criminal Aliens’ Hotline Trolled With Reports of Extraterrestrials. The truth is out there! – Trump’s immigrant crime hotline trolled with calls about aliens and UFOs

Il primo titolo che ho riportato è di una testata americana (HuffPost), il secondo di una britannica (BBC). Da cosa si capisce? 

(altro…)

Giochi di parole al Fuorisalone 2017

In questi giorni a Milano c’è la Design Week e quasi ovunque ci sono eventi, esposizioni e installazioni per il Fuorisalone. Peccato avere avuto poco tempo per curiosare in giro perché ci sono molti dettagli che attirano l’attenzione.

FUORISALMONE
logo
Fuorisalmone

La comunicazione è quasi esclusivamente in inglese ed è per questo che ho notato le borse di tela con scritte in italiano di Mani in pasta, un’idea non nuova per chi conosce le pubblicità del supermercato Esselunga ma che fa sorridere grazie a giochi di parole alimentari:

SENSO DI POLPA –  ANDIAMO A MORE – TETTE BISCOTTATE – RICOTTATI DI ME – CHE FRIGO!

(altro…)

Nuovissimo Vocabolario delle emoticon

Il Vocabolario delle emoticons Zanichelli Feelings, la nuova opera di Fedele Musone, Allegra Felicetti, Fortunato d’Amore, Mara Sorrisi, Carina Ammiccante, Fernando Furioso e Gloria Bacini, è il pesce d’aprile del 2017 che mi è piaciuto di più.

Vedi anche: Da emoticon a emoji (significato, origine, etimologia e differenze di due parole apparentemente simili) e Fraintendimenti emojionali (perché la stessa faccina può essere interpretata in modi diversi).

Tipicamente irlandese!

Oggi è St. Patrick’s Day, festa nazionale irlandese.

vignetta Jeff Larson

Il trifoglio è il simbolo non ufficiale dell’Irlanda in ricordo di San Patrizio che, stando alla tradizione, l’aveva usato per spiegare il concetto di trinità (l’unione delle tre persone divine, Padre, Figlio e Spirito Santo, in una sola sostanza).

È un’informazione nota ma non ha impedito a chi produce i cappellini ufficiali della presidenza Trump di confondere il trifoglio (shamrock) con il quadrifoglio (four leaf clover): Trump’s Irish hat gets it SO wrong (un esempio di alternative facts?!).

(altro…)

Noi e loro

us-and-them

Vignetta di Wrong Hands che fa riflettere sull’uso e sulle connotazioni delle parole ma fa anche pensare alle caratteristiche essenziali e distintive dei concetti.

(altro…)

Lo strano caso dell’attentato in Svezia

Trump si inventa un attentato terroristico in Svezia. Ex premier scandinavo: “Cosa si è fumato?”

Notizia dei giorni scorsi: Trump si è inventato un attentato in Svezia e sul web si è scatenata l’ironia ma anche le controreazioni dei suoi sostenitori.

La vicenda si presta a riflettere su alcuni meccanismi linguistici, un paio relativi alla comunicazione e un altro terminologico, evidenti soprattutto dopo il tweet di chiarimento di Trump (si riferiva a un programma televisivo di Fox News della sera precedente sul presunto aumento della criminalità in Svezia a causa dell’immigrazione).

Strategie di inferenza

Negli atti linguistici molte informazioni non vengono dette esplicitamente ma veicolate in modo implicito: è la differenza tra “ciò che viene detto” (significato letterale) e “ciò che viene comunicato” (significato inteso).

(altro…)

ExplorER, un nome efficace

Di solito sono piuttosto critica verso i nomi inglesi usati per prodotti italiani, specialmente se riguardano cibo e turismo, ma ho apprezzato ExplorER, il nome di un enorme touch screen che ho visto nell’atrio della stazione AV di Bologna.

ExplorER

È una mappa interattiva della regione che consente di visualizzare informazioni su luoghi di interesse artistico e naturalistico, prodotti tipici e altro in italiano o in inglese.

(altro…)

L’organino di Trump: accordi o accordio?

Ho trovato divertente il video di Huw Parkinson intitolato Life Accordion to Trump, a cominciare dal gioco di parole tra according to, “secondo” e accordion, “fisarmonica”:

Attenzione: se premete il tasto YouTube icon vi verranno installati cookie di terze parti, siete avvisati!

Accordion è entrato in inglese dal tedesco Akkordion, da Akkord, accordo, il cui etimo è il verbo italiano accordare. Ha la stessa origine anche accordéon, francesismo usato in italiano come sinonimo meno frequente di fisarmonica.

(altro…)

Coccinella beneaugurante

Coccinella septempunctata

La parola coccinella mi è sempre piaciuta molto. Deriva dal latino coccĭnus, dal greco κόκκινος “di colore rosso scarlatto”, a sua volta da κόκκος “cocciniglia, tinta scarlatta”. 

Altri nomi della coccinella

In alcune regioni italiane le coccinelle sono note anche con altri nomi, tra cui lucie, gallinelle del Signore, madonnelle e mariole.

(altro…)

Le 13 parole peggiori del 2016

vignetta Clay Jones: 2006

La vignetta* sintetizza il sentire comune sul 2016, per molti un anno ostile. In tema, ho compilato la mia classifica di 13 parole descritte nel 2016 che si sono distinte per uno o più aspetti negativi.

♦  Peggior calco: muscolare
♦  Peggior marchionimo: BIObreak  
♦  Peggior gioco di parole: Codiamo
♦  Peggior falso amico: deportazione
♦  Peggiore anglicismo superfluo: fake news 
♦  Peggior nome di programma televisivo: Sunday Tabloid
♦  Peggiori esempi di inglese farlocco: Cinema2Day e ScholarsJob
♦  Peggior anglicismo istituzionale: Act (Student Act, Food Act, Social Act…)

(altro…)

Auguri!

Auguri!

Tantissimi auguri di Buone Feste a tutti!

Licia
.

(altro…)

Alluminio

“CHEER UP! EVERY CLOUD HAS AN ALUMINUM LINING!” “ALUMINUM?” “SILVER SEEMS A LITTLE TOO OPTIMISTIC”

Queste vignette di Doug Savage, autore canadese, non sono facilmente traducibili in italiano perché giocano con il modo di dire inglese every cloud has a silver lining (“ogni nuvola ha un bordo argentato”) che noi esprimiamo con non tutti i mali vengono per nuocere o più genericamente con ogni cosa ha un suo lato buono / positivo.

(altro…)

Web developers!

Per sorridere, una vignetta di Moderately Confused facile da capire ma difficile da tradurre efficacemente:

WE ARE THE ONLY WEB DEVELOPERS WHO LIKE BUGS

(altro…)

#EDLangs 2016

Giornata europea delle lingue

Oggi 26 settembre è la Giornata europea delle lingue.

È stata istituita per sensibilizzare le persone all’importanza dello studio delle lingue per diffondere il plurilinguismo e la comprensione tra culture.

Si festeggia con molti eventi in tutta Europa: io sono a Viterbo all’Università della Tuscia.

È stata fatta una ricerca per la categoria “varie”.