Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Autunners e altri “anglicismi” di stagione

Immagine con frasi di esempio: 1 Benvenuto AUTUNNO  stagione del mio cuore! Felice equinozio d'autunno a tutt* (ma agli autunners di più!); 2 Cari autunners, mi spiegate cosa ci sarebbe di bello in questa stagione? Freddo, pioggia, umidità, le prime muffe sui muri, poca luce...; 3 Buongiorno autunners eccoci qui abbiamo superato anche questa estate di merda ora godiamoci le serate passate a sorseggiare tisane calde avvolti in un plaid; 4 io sono team autunno, sono una fiera autunners

In Propaganders, ereditiers, chilavisters, angelers… ho già descritto i nomi scherzosi di fan, frequenti sui social, che vengono formati aggiungendo i suffissi inglesi er e s ai nomi propri di programmi televisivi o di personaggi dello spettacolo.

Ho notato che come base ora vengono usati sempre più anche nomi comuni, come negli esempi di autunners per chi preferisce l’autunno ad altre stagioni.

Testo di esempio: le persone hot non sono né estaters né inverners sono primaverers, la stagione migliore non fa né troppo caldo né troppo freddo le giornate si iniziano ad allungare in più non è ancora terminata la stagione televisiva trash io amo la primavera

Come già osservato, i nomi ibridi di questo tipo sono palesi pseudoanglicismi e hanno la peculiarità di essere usati nella forma pluraleers non solo per l’insieme dei fan ma anche per una singola persona.

Team autunno

Nel linguaggio informale la propria preferenza per una particolare stagione (o per qualsiasi altra cosa in opposizione ad altre) si indica anche affermando di essere team autunno, team estate ecc. La costruzione essere team X ricalca quella inglese be team X, un particolare internazionalismo che ho già descritto in Italia Team, un nome anomalo.

Immagine con vignetta con alberi autunnali e una coppia di anziani seduti, lui con bandierina REd e lei con bandierina GOLD. Didascalia: Earl and Edna kick off the fall colors season

Team Red vs Team Gold nella vignetta americana autunnale (fall) di Wiley

Foliage

Come ogni autunno, in questo periodo riappare la parola foliage, sempre più diffusa con la pronuncia errata “alla francese” /fɔliˈjaʒ/ o /fɔˈljaʒ/ (simile a fromage). Si tratta invece di una parola inglese paragonabile a marriage, carriage e verbiage in cui il suffisso -age si pronuncia /ɪdʒ/.

Esempi di titoli: 1 Profumi autunnali 2022 ispirazione foliage, le fragranze calde e avvolgenti da provare; 2 Foliage, relax e cromoterapia; 3 Foliage, le location dove ammirarlo in Italia e nel mondo

In italiano la parola foliage è usata con un’accezione stagionale molto specifica che identifica il processo esteticamente attraente di variazione dei colori autunnali degli alberi, mentre in inglese significa genericamente “fogliame”: dettagli in Foliage, nuovo nome per i colori autunnali? (cfr. anche la vignetta più sopra, dove si può notare l’uso di fall colors).

Da back to school a black to school

In autunno ricomincia la scuola e da tempo ormai è immancabile la frasetta inglese back to school. È così diffusa che c’è chi azzarda giochi di parole in inglese farlocco, come questo esempio di qualche settimana fa:

pubblicità di MediaWorld: BLACK TO SCHOOL scritto su una lavagna con didascalia IL BLACK FRIDAY PER TORNARE A SCUOLA

Black to school era una promozione per l’acquisto di computer descritta come il Black Friday anche se era valida due settimane: ulteriore conferma che nel linguaggio pubblicitario italiano black ha assunto il significato di “con/di grandi sconti”, inesistente in inglese, e che la dimensione temporale non riguarda più un singolo giorno.

Superfluo specificare che in inglese black to school fa pensare a tutt’altro, ad es. all’idea di vestirsi di nero per la scuola. Negli Stati Uniti è anche il nome di un programma di istruzione per persone afroamericane.

Tag: ,

I commenti e i trackback da altri siti sono consentiti.

Commenti: