Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Non c’era una volta…

Esempio di un errore ricorrente nelle notizie in italiano sul funerale del principe Filippo, che è stato celebrato nella chiesa del castello di Windsor, la St George’s Chapel:

Immagine del funerale del principe Filippo. Didascalia in inglese: Prince Philip’s coffin is lowered into the Royal Vault below St George’s Chapel, Testo italiano: Il feretro del principe Filippo è stato deposto nella Volta Reale della Cappella di San Giorgio, dove verrà tumulato.

Diversi media hanno affermato che il feretro è stato deposto nella volta della chiesa. In italiano però l’elemento architettonico volta identifica una struttura di copertura curva e per estensione anche il soffitto o la superficie concava interna della copertura e anche una copertura in senso figurato (ad es. la volta celeste).

Il luogo “struttura di copertura” risulta del tutto anomalo come argomento dei verbi deporre e tumulare (“seppellire”), a meno che non si immagini una bara cementata o agganciata in qualche modo a un soffitto. L’incongruenza avrebbe dovuto allertare chi ha tradotto che il significato della parola inglese vault potrebbe non corrispondere a quello della parola italiana volta. In questo contesto si tratta infatti di falsi amici.

Vault ≠ volta

Anche in inglese la parola vault ha lo stesso significato architettonico di volta ma ha anche altre accezioni: può essere una cantina, il caveau di una banca (o altra stanza blindata) e una tomba, ad es. family vault è la tomba di famiglia. Nelle chiese vault è una cripta destinata alle sepolture.

Il feretro del principe Filippo non è stato deposto in una volta ma è stato calato con un apposito montacarichi nella Royal Vault, la cripta situata sotto l’altare della St George’s Chapel.

Nave and quire of St George’s Chapel. Royal Vault runs under the altar and is the final resting place of three kings

Pianta della St. George’s Chapel che mostra navata centrale (nave), coro (quire) e cripta (vault), da Philip’s Coffin Lowered to Royal Vault EXPLAINED.


In alcuni racconti di fantasia in inglese ci sono prigioni di massima sicurezza denominate The Vault o nomi simili, da intendere nell’accezione di secure place, come nelle banche. Anche in questo caso in italiano si trovano traduzioni errate in cui vault è stato reso con volta.

La mancanza di corrispondenza tra tutte le accezioni di vault in inglese e volta in italiano è un esempio di anisomorfismo.


Grazie a @f_bartoloni per lo spunto

Tag: ,

I commenti e i trackback da altri siti sono consentiti.

Un commento a “Non c’era una volta…”

  1. 20 aprile 2021 12:27

    Flaminia:

    La deposizione nella volta sa quasi di paradosso escheriano 🙂

    Certo che nemmeno oltremanica hanno le idee chiarissime sugli elementi architettonici delle chiese…
    https://www.britannica.com/topic/choir-church-architecture

Commenti: