Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Mit the people, spiegato bene

Dettaglio dal sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti:

MIT the people

C’è una una sezione intitolata MIT THE PEOPLE, dove per il momento c’è un video con un’intervista a un’unica persona, il Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici. 

Faccio fatica a capire cosa spinga un ministero italiano, che si rivolge a cittadini italiani, a optare per un giochetto di parole pseudoinglese e non del tutto trasparente come MIT THE PEOPLE, riproposto anche in alcuni tweet:

tweet da @mitgov: Nasce la rubrica “Mit the people” per raccontare a tutti il lavoro del Ministero. Oggi il Capo della Segreteria Tecnica di

Se non è indicato esplicitamente, come nel profilo Twitter, dubito che tutti riconoscano subito MIT come sigla del ministero diretto da Danilo Toninelli – non è sufficientemente familiare come invece lo sono MIUR e MiBACT.

Pronuncia

Presumo che chi ha avuto l’idea di MIT THE PEOPLE abbia concluso che fosse accattivante ed efficace grazie alla pronuncia italianizzata delle parole inglesi che non differenzia tra vocali “lunghe” e “brevi”, invece distintive in inglese – cfr. coppie minime come sheep /ʃiːp/ vs ship /ʃɪp/ e seen /siːn/ vs sin /sɪn/ – e quindi che il gioco di parole che oppone mit a meet fosse palese.

Chi conosce l’inglese però sa che non esiste un verbo *mit, quindi potrebbe pensare che MIT sia una sigla inglese, come il resto della frase, e che come tale vada letta /ɛmʌɪˈtiː/, senza ricollegarla al ministero (può prevalere il riferimento al più noto Massachusetts Institute of Technology) e senza cogliere il gioco di parole.

Se solo l’iniziale della parola è maiuscola, Mit, si ha invece l’impressione che si tratti di un vistoso errore di ortografia

Mit the people. Infrastrutture e trasporti spiegati bene

Aggiornamento: nei commenti qui sotto e su Twitter c’è chi ha osservato che Mit the people può far pensare anche a un ibrido di tedesco (mit, “con”) e inglese. È un altro esempio di decodifica aberrante: avviene quando la comprensione del messaggio da parte del destinatario non corrisponde alle intenzioni comunicative dell’emittente. Dettagli ed esempi in Decodifica aberrante: Milano ride!

In conclusione…

Da qualsiasi punto di vista la si analizzi, Mit the people è una frase agrammaticale, un gioco di parole in inglese farlocco che può funzionare solo se rivolto ad italiani con conoscenze dell’inglese rudimentali.

Il mio suggerimento al ministero: lasciar perdere i giochi di parole, che sono fuori luogo in un contesto istituzionale, evitare in ogni caso anglicismi superflui e pseudoanglicismi traballanti, che condizionano negativamente la credibilità di un sito, e invece privilegiare sempre l’italiano.

Meet the People, the gayest musical
cartellone del film Meet the People (1944) via IMDb

Vedi anche: Elenco di anglicismi istituzionali

Tag: , , ,

I commenti e i trackback da altri siti sono consentiti.

6 commenti a “Mit the people, spiegato bene”

  1. 9 luglio 2019 10:51

    Mauro:

    A me che vivo in Germania suona anglo-tedesco, o Denglish come dicono da queste parti, dato che “mit” in tedesco significa “with”.
    E devo essere sincero: leggendo solo il titolo proprio a questo avevo pensato, non al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

  2. 9 luglio 2019 13:19

    Andrea F:

    Le coppie minime sono un modo efficace di imparare la pronuncia perché ti mettono di fronte all’ambiguità generata da una pronuncia scorretta. L’esempio bin/been, però, non è il più efficace perché in alcuni dialetti “been” è pronunciato con la vocale breve nonostante la doppia e.

  3. 9 luglio 2019 16:17

    Stez:

    A primo acchito ho pensato fosse un gioco di parole sul termine tedesco ‘mit’, cioè ‘con’.

  4. 9 luglio 2019 16:46

    Licia:

    @Mauro, @Stez ha fatto lo stesso effetto anche ad altri che hanno commentato suTwitter. Ottimo esempio per evidenziare come sia importante evitare parole e frasi che possano causare decodifiche aberranti

    @Andrea, grazie per l’osservazione. Avevo considerato solo la forma canonica “forte” di been perché in questo contesto mi serviva evidenziare le pronunce tipiche italiane con esempi di parole dell’inglese di base facilmente riconoscibili, ma ora ho cambiato l’esempio in seen vs sin.

  5. 9 luglio 2019 21:59

    Stez:

    Se avessero messo i due punti dopo MIT tutto sarebbe stato molto più chiaro – MIT: The People.

  6. 10 luglio 2019 18:32

    metaphraze:

    Sarà che ho (ri)visto il film da poco, ma a me ‘MIT the people’ ha subito richiamato alla mente ‘Meet the Fockers’! Tragicomico inglese farlocco…

Commenti: