Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Atlante dei sistemi di scrittura in pericolo

homepage del sito www.endangeredalphabets.net

Il 21 febbraio si festeggia la giornata internazionale della lingua materna e in questa occasione è stato lanciato il progetto Atlas of Endangered Alphabets.

È una raccolta di sistemi di scrittura considerati in pericolo perché non sono usati ufficialmente in nessun paese. Non vengono insegnati a scuola né usati nel quotidiano ma appartengono alle tradizioni culturali e se ne trovano esempi in insegne, opere artistiche e artigianali, luoghi religiosi…

Sistemi di scrittura

La parola alphabet in questo contesto è usata genericamente per indicare diversi sistemi di segni grafici usati per rappresentare la lingua in forma scritta, tra cui:
alfabeto (a ogni segno corrisponde una vocale o una consonante)
alfabeto sillabico (ogni segno rappresenta una sillaba, come nei katakana e hiragana giapponesi)
alfabeto consonantico (o abjad, in cui ogni segno rappresenta una consonante, come nell’alfabeto arabo; le vocali sono eventualmente indicate con segni diacritici)
alfabeto alfasillabico (o abugida, in cui i segni rappresentano consonanti, i simboli di base, il cui aspetto subisce alcune modifiche a seconda della vocale a cui sono uniti, come nel devanāgarī usato per scrivere il sanscrito).

L’unico alfabeto europeo incluso nell’atlante è il glagolitico, l’alfabeto slavo creato IX secolo e in seguito sostituito dall’alfabeto cirillico.

 glaglolitic


Sui sistemi di scrittura, vedi anche:
Lingue artificiali: Blissymbolics (un sistema logografico)
“Dacci un segno” a Radio3 Scienza (con mio intervento) 
Emoji, tra segni, gesti e sistemi di scrittura


Tag:

I commenti e i trackback da altri siti sono consentiti.

Un commento a “Atlante dei sistemi di scrittura in pericolo”

  1. 22 febbraio 2019 15:50

    John Dunn:

    Il glagolitico viene ancora usato (o veniva usato fino a qualche decennio fa) da alcune comunità dell’Istria e della Croazia occidentale per i loro testi liturgici.

Commenti: