Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Eclissi lunare in America: super blood wolf moon

Il 21 gennaio si potrà vedere un’eclissi totale di luna in Europa e in tutto il continente americano. È descritta da molti media italiani come eclissi di super luna rossa.

In inglese le è stato dato un nome ancora più particolare, super blood wolf moon [eclipse], che si distingue anche per alcune peculiarità grammaticali.

A “Super Blood Wolf Moon” is the combination of a full moon, “super moon” and a total lunar eclipse.

Il nome combina tre descrizioni della luna usate nella cultura popolare (non sono nomi scientifici!):

1 Super moon è la luna piena durante il perigeo, fenomeno che la fa apparire leggermente più grande perché più vicina alla Terra. In italiano si è affermato il calco super luna o superluna.

2 Blood moon è la luna durante un’eclissi totale, fenomeno che le conferisce un colore rossastro come il sangue. In italiano è nota come luna rossa.

3 Wolf moon, “luna del lupo”, è il nome della luna piena di gennaio nel calendario americano dei pleniluni, una classificazione che non ha un equivalente italiano facilmente riconoscibile.

Le lune piene americane

Negli Stati Uniti il plenilunio di ogni mese del calendario ha un nome che deriva dalle tradizioni di nativi americani. Ogni luna piena è rappresentata da un aspetto tipico della natura o del clima del periodo in cui appare.

American full moons

I nomi sono poi stati adottati anche in altre varietà di inglese. Riporto quelli più diffusi, ricordando però che esistono anche altre varianti (cfr. dettagli in National Geographic).

🐺 Gennaio: wolf moon perché è il mese in cui si sentivano ululare i lupi affamati per la scarsità di cibo.
🌨 Febbraio: snow moon per la neve tipica di questo mese.
🐛 Marzo: worm moon perché con il disgelo sul terreno si vedevano le tracce lasciate dai lombrichi.
🌸 Aprile: pink moon, dalle fioriture di muschio rosa (Phlox subulata).
🌼 Maggio: flower moon per l’abbondanza di fiori.
🍓 Giugno: strawberry moon per le fragole mature.
🦌 Luglio: buck moon perché è il mese in cui ricrescono le corna dei cervi.
🐟 Agosto: sturgeon moon per l’abbondanza di storioni.
🌽 Settembre: corn moon o harvest moon, il mese della raccolta del mais.
🦊 October: hunter’s moon, il mese migliore per cacciare cervi e volpi che non possono nascondersi nei campi ormai spogli.
🐾 Novembre: beaver moon per la grande attività dei castori nel costruire dighe o in alternativa perché venivano catturati soprattutto in questo periodo.
❄ Dicembre: cold moon per il freddo di questo mese.

In alcuni anni possono esserci due pleniluni nello stesso mese, nel qual caso la seconda luna piena viene chiamata blue moon. È un nome recente, dall’origine incerta, che non ha a che fare con un’insolita colorazione della luna e non è legato all’espressione once in a blue moon (“a ogni morte di papa”): dettagli in Nei cieli fulmini e lune “blu”.

Ordine delle parole in super blood wolf moon 

Nella fusione dei tre nomi 1 super moon + 2 blood moon + 3 wolf moon nel sintagma nominale complesso super blood wolf moon prevale la sequenza 1+2+3 su altre combinazioni perché in inglese l’ordine degli aggettivi e dei sostantivi usati in funzione attributiva è piuttosto rigido.

Nelle grammatiche si trovano diverse classificazioni, più o meno complesse. English Grammar Today, ad esempio, indica dieci categorie:

1 opinione (unusual, lovely, beautiful…)
2 dimensioni (big, small, tall…)
3 qualità fisica (thin, rough, untidy…)
4 forma (round, square, rectangular…)
5 età (young, old, youthful…)
6 colore (blue, red, pink…)
7 origine (German, Japanese…)
8 materiale (metal, wood, plastic…)
9 tipo (general-purpose, four-sided…)
10 scopo (cleaning, hammering, cooking…)

In altre classificazioni età e forma appaiono in ordine invertito. Altri testi includono l’ulteriore categoria dei sostantivi usati in funzione attributiva:

11 sostantivo attr. (evening, sports, government…)

Esempi: 
It was made of a strange1, green6, metallic8 material
Panettone is a round4, Italian7, bread-like9 Christmas11 cake
She was a beautiful1, tall2, thin3, young5, black-haired6, Scottish7 woman

L’esempio super blood wolf moon è formato da un determinato, moon, preceduto da tre determinanti che hanno un ordine fisso perché 
wolf è un sostantivo con funzione attributiva (11) che fa parte di un sintagma nominale di un insieme ristretto (i dodici nomi di plenilunio del tipo <noun>+moon) e quindi non può essere separato da moon;
blood funziona come un colore (6):
super indica le dimensioni (2). 

I parlanti di madrelingua sanno istintivamente qual è l’ordine giusto e quali sono le eccezioni consentite – cfr. The language rules we know – but don’t know we know  – mentre chi non ha padronanza dell’inglese fa fatica anche a interpretare correttamente la sequenza di parole. Ne sono la prova traduzioni alquanto improbabili apparse in questi giorni per descrivere l’eclissi, come superluna piena del lupo di sangue, super luna “sangue di lupo”, superluna di sangue del Lupo.
 

Vedi anche: altri esempi di sintagmi nominali complessi inglesi e loro traduzione in “noun stack” e sequenze di aggettivi


Aggiungo un esempio da La Stampa, Eclissi totale della Super Luna di Sangue del Lupo il 21 gennaio, che si fa notare non solo per la traduzione errata ma anche perché nell’URL si può verificare che il titolo originale era Eclissi totale di luna il 21 gennaio, ecco come non perdere lo spettacolo del satellite rosso ed è stato poi modificato solo poche ore prima dell’eclissi. In questo dettaglio dalla home page risalta l’uso delle maiuscole “all’americana” che fa pensare al titolo di un racconto di genere fantasy o a stregoneria anziché a un fenomeno astronomico:

Alle 6,12 eclissi totale della Super Luna di Sangue del Lupo

Se l’eclissi fosse avvenuta in marzo o in giugno, probabilmente avremmo visto traduzioni come sangue del verme e sangue di fragola!

Tag: ,

I commenti e i trackback da altri siti sono consentiti.

4 commenti a “Eclissi lunare in America: super blood wolf moon

  1. 22 gennaio 2019 19:31

    Ionti:

    Quindi il disco di Neil Young si riferisce al plenilunio di settembre?

  2. 25 gennaio 2019 17:03

    John Dunn:

    L’errore de La Stampa è perdonabile: la differenza tra ‘super blood wolf moon ‘ e ‘super wolf-blood moon’ è sottilissima e il termine ‘wolf moon’ è molto oscuro: io, per esempio, non lo conoscevo.

    Ma poi questo parlante di madrelingua ha trovato qualche problemo nei tuoi esempi:
    1. Magari la stranezza era intenzionata, ma non si deve dimenticare che esiste un’altra regola: non si può accumulare aggettivi ad libitum; forse non è un divieto assoluto, ma in generale usarne più di tre alla volta è fortemente sconsigliato.
    2. Per me il secondo esempio è sgrammaticato: bisognerebbe dire: Panettone is a round, bread-like Christmas cake that comes from Italy. No so perché (this is one of the language rules I don’t know I know), ma penso che ‘Italian’ sia percepito come un intruso, visto che gli altri aggettivi riferiscono alle qualità fisiche del prodotto. Ancora meglio sarebbe ‘… round, bread-like cake that comes from Italy and is eaten at Christmas’, perché panettone e Christmas cake sono cose diverse.
    3. Nel terzo esempio non si dice Scottish woman, ma Scotswoman (e così si toglie uno degli aggettivi!). Ma questo esempio è comunque impossibile.

  3. 25 gennaio 2019 17:44

    Licia:

    @John, grazie, mi sono resa conto che avrei dovuto specificare esplicitamente che non solo la tabella ma anche gli esempi sono presi da English Grammar Today (Cambridge Dictionary). A proposito dell’esempio più lungo, è chiarito che è una frase inventata a scopo didattico ma piuttosto improbabile (“Here are some invented examples of longer adjective phrases. A noun phrase which included all these types would be extremely rare”).

    Sull’interpretazione corretta di super blood wolf moon, credo che i giornalisti italiani siano un po’ troppo pigri: sarebbero bastati un paio di minuti di ricerca in inglese per trovare la spiegazione più sensata.

  4. 29 gennaio 2019 17:01

    John Dunn:

    @Licia, grazie della tua risposta. Per molti anni ho insegnato la grammatica russa e conosco troppo bene la tentazione di inventare esempi improbabili per illustrare argomenti grammaticali; forse è una pratica abbastanza diffusa nel Regno Unito. Però alla fine ho capito che non serve. Il confine tra l’improbabile e il sgrammaticato non è sempre facile da trovare (e per me il secondo e il terzo esempi sono piuttosto sgrammaticati), ma poi per chi impara un lingua il probabile è generalmente più utile dell’improbabile.

Commenti: