Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

2018, anno di plogging, floss, gaslighting…

VAR plogging single-use gammon floss

La stagione delle parole dell’anno 2018 è stata inaugurata da Collins Dictionary che per l’inglese britannico ha scelto l’aggettivo single-use. Non è un neologismo ma una parola il cui uso ultimamente è diventato più rilevante, soprattutto in riferimento alla plastica e ai danni ambientali che causa (cfr. voto del Parlamento europeo per vietarla entro il 2021). L’equivalente italiano è noto: plastica monouso (più breve dell’inglese!) o meno formalmente usa e getta.

Ho trovato però più interessanti le altre parole del 2018 considerate dal dizionario, tra cui neologismi o risemantizzazioni che descrivono concetti nuovi, come plogging, gammon e floss, e parole un tempo usate solo in alcuni ambiti ma che ora sono entrate nel lessico comune, come gaslighting.  

Plogging

Una parola che dovrebbe essere già familiare agli italiani che partecipano a iniziative per l’ambiente è lo pseudoanglicismo plogging, una parola macedonia svedese formata da plocka (“raccogliere”, cfr. inglese pick) e jogging. Indica l’attività di raccattare i rifiuti che si vedono mentre si corre.

plogging corri e raccogli

Gaslighting

Di tutt’altro genere il verbo gaslight, che descrive la manipolazione psicologica fatta continuando a dare informazioni false o distorte a qualcuno affinché cominci a dubitare della propria percezione della realtà e quindi della propria sanità mentale.

gaslighting: lying or deceiving until people start to doubt their own reality

È una forma di abuso che prende il nome da Gas Light, opera teatrale del 1938 di Patrick Hamilton da cui poi nel 1944 è stato tratto anche un film con Ingrid Bergman, in italiano Angoscia. Il marito della protagonista smorza la luce delle lampade a gas di casa ma cerca di convincere la moglie che l’affievolimento è solo una sua impressione, nel tentativo di farla impazzire per sbarazzarsene.

Gaslighting è un termine in uso da tempo in sociologia e psicologia (cfr. How Old Is ‘Gaslighting’?), anche in italiano, ma solo negli ultimi anni è entrato nel lessico comune inglese, in particolare nel linguaggio della politica americana.

È ricorrente in riferimento al comportamento di Donald Trump che fa spesso affermazioni che poi smentisce categoricamente, in una distorsione continua della realtà, cfr. ad esempio Donald Trump Is Gaslighting America e Trump’s gaslighting is about to get a lot worse.

locandina di film con il titolo The White House Is Gaslighting The Media (And The Entire Country)

Backstop

La parola backstop ha vari significati, tra cui quello di misura di emergenza o ultima risorsa. Nella politica britannica se ne discute molto ultimamente nel contesto della Brexit, dove indica il sistema che dovrebbe entrare in vigore se non viene trovato nessun altro tipo di accordo. Riguarda in particolare i provvedimenti per il confine tra la Repubblica d’Irlanda e l’Irlanda del Nord, cfr. Q&A: The Irish border Brexit backstop.  

EU’s “backstop” proposal to apply unless and until another solution is found

Nei comunicati dell’Ue in italiano viene mantenuto il riferimento in inglese, ad esempio si trova opzione “backstop” oppure salvaguardia (backstop).

Anche in altri ambiti è privilegiato l’anglicismo, cfr. ad esempio il documento Un backstop per l’Unione bancaria dove viene spiegato che un backstop è una “rete di sicurezza”.

Gammon

Per una tipologia di sostenitori accaniti della Brexit c’è una parola dispregiativa alquanto efficace, gammon. Identifica soprattutto uomini bianchi livorosi di mezza età con idee retrograde, la cui carnagione bianchiccia nei momenti d’ira vira verso il colore rossicio del gammon, una specie di prosciutto inglese.

foto di gammon

Non è però una metafora del tutto nuova: l’aveva già usata Dickens quasi due secoli fa per una categoria di uomini con caratteristiche simili a quelle dei gammon contemporanei.

Floss 

Infine, una parola che probabilmente non avrà una vita lunga ma nasce da un’analogia divertente: si chiama floss una “danza” caratterizzata da un movimento oscillatorio delle braccia che ricorda il passaggio del filo interdentale (floss). È un esempio di risemantizzazione che ha origine dal videogioco Fortnite.

floss: a dance in which people twist their hips in one direction while swinging their arms in the opposite direction with the fists closed

Tag: , ,

I commenti e i trackback da altri siti sono consentiti.

Commenti: