Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Cosa accomuna rubinetti e pettirossi?

rubinetto a testa di ariete

La parola rubinetto risale alla fine del XVI secolo e ha un’origine curiosa: deriva dal francese robinet, diminutivo del nome proprio Robin (da Robert) che si dava popolarmente ai montoni (arieti). In Francia infatti la chiavetta dei rubinetti aveva spesso un ornamento a forma di testa di ariete.

Anche in tedesco c’è un uso figurato simile ma riguarda tutt’altro animale: Hahn, che significa sia gallo che rubinetto.

In inglese il rubinetto di casa si chiama tap in Europa e faucet in America, ma c’è anche la parola stopcock – un altro gallo! – che è un rubinetto o valvola di chiusura o di regolazione, come ad es. il rubinetto generale dell’acqua.

Robin garden tapIl nome proprio Robin, da Robert, è usato anche in inglese: chi non conosce Robin Hood?

In inglese robin è diventato anche il nome comune di un animale, ma in questo caso si tratta di un uccello, il pettirosso, da Robin Redbreast.

Per essere più precisi, in Europa e in America robin indica due uccelli diversi, ciascuno con propri significati simbolici: li ho descritti in Simboli natalizi nordeuropei: il pettirosso e in Simboli alati di primavera.

Ecco quindi cosa accomuna rubinetti e pettirossi: l’etimologia!


Etimologia di rubinetto: Vocabolario Treccani

Tag: ,

I commenti e i trackback da altri siti sono consentiti.

14 commenti a “Cosa accomuna rubinetti e pettirossi?”

  1. 2 ottobre 2018 10:30

    Anna B.:

    Molto interessante! Belle anche le immagini. Solo una piccola precisazione riguardo al tedesco: di solito per il rubinetto si usa il composto “Wasserhahn”.

  2. 2 ottobre 2018 12:29

    Licia:

    @Anna, anch’io normalmente direi Wasserhahn però mi pare che anche Hahn sia comune, ad esempio in locuzioni come Wasser aus dem Hahn.

    Hahn

  3. 2 ottobre 2018 19:24

    Mauro:

    @ Licia

    Anna ha ragione. La locuzione “Wasser aus dem Hahn” si usa perché tanto c’è già la parola Wasser nella frase, ma di norma Hahn da solo si sente poco nell’uso comune.

  4. 2 ottobre 2018 20:58

    Anna B.:

    Sì, sono stata troppo sintetica: se il contesto è chiaro, basta “Hahn”, altrimenti, per evitare ambiguità, è usato “Wasserhahn”. Forse sul tema possono essere interessanti questi due link http://corpora.uni-leipzig.de/de/res?corpusId=deu_newscrawl_2011&word=Wasserhahn
    e http://corpora.uni-leipzig.de/de/res?corpusId=deu_newscrawl_2011&word=Hahn

  5. 2 ottobre 2018 21:33

    Licia:

    grazie per le precisazioni, qui però volevo evidenziare genericamente che anche in tedesco il concetto di rubinetto è rappresentato da un animale. Poi all’atto pratico si specifica, come d’altronde si fa anche in italiano (rubinetto del gas, rubinetto della benzina ecc.), e quindi in tedesco esistono parole come Wasserhahn, Gashahn, Benzinhahn, Ölhahn, figurato anche Geldhahn… ma sono comunque tutti “Hahn”.  🙂

  6. 2 ottobre 2018 23:42

    Mauro:

    Per quanto riguarda la benzina… anche se concettualmente è anche più sbagliato di Benzinhahn… nell’uso comune si dice Benzinpumpe e la cosa vale anche per il petrolio 😉

  7. 3 ottobre 2018 01:42

    Emy:

    Robin in inglese ha una particolarità: può essere sia un nome maschile sia un nome femminile. In UK è molto più comune come nome maschile (nel 2014 l’88% dei neonati chiamati Robin erano maschi), mentre negli Usa fino agli anni Novanta era molto più comune come nome femminile; oggi però negli Usa le proporzioni sono quasi metà e metà (nel 2014 il 46% dei neonati chiamati Robin erano maschi, circa tre volte tanto rispetto al 1990). Esiste anche nelle varianti ortografiche Robyn, Robbin, Robine, Robyne, Robynne e Robbyn.

    Anche Leslie è un nome sia maschile sia femminile, by the way. In UK però come nome femminile è più diffuso nella variante ortografica Lesley.

  8. 3 ottobre 2018 13:27

    alessandro:

    Infatti nei fumetti di Batman il costume di Robin è stato indossato negli anni da persone diverse, la quarta delle quali è una ragazza.

  9. 3 ottobre 2018 14:17

    Elio:

    @Mauro: credo vi sia una certa differenza tra “rubinetto” ed “erogatore”…

  10. 3 ottobre 2018 14:21

    Licia:

    @Emy @alessandro, grazie per i dettagli. Mi avete fatto ricordare che in un vecchissimo post, Ambiguità dell’inglese: Round Robin, avevo proprio fatto riferimento al nome di una collega americana e a un equivoco che ne era nato.

    Allora non avevo aggiunto alcun dettaglio sull’etimologia dell’espressione, di cui avevo descritto solo una delle possibili accezioni, il “girone all’italiana”. Non è chiaro da dove abbia origine questo modo di dire, ma è interessante leggere tutte le ipotesi, cfr. ad esempio ‘Round Robin’ – the meaning and origin of this phrase.

  11. 4 ottobre 2018 00:33

    Emy:

    Grazie a te, Licia, per aver ripescato quel tuo vecchio post. A quei tempi non seguivo ancora il tuo blog (anche se ogni tanto mi faccio delle maratone di lettura all’indietro e vado a leggermi certi tuoi post meravigliosi di vari anni fa). Non conoscevo l’espressione “round Robin” e mi sono letta di gusto anche il link con le possibili spiegazioni etimologiche: affascinante.

  12. 4 ottobre 2018 13:12

    Mauro

    @ Elio

    Lo so benissimo. Però prova a spiegarlo ai tedeschi.

  13. 4 ottobre 2018 15:25

    Licia:

    Grazie Emy! 😊

    Invece a proposito di Benzinhahn, se si fa una ricerca per immagini si vede che l’aspetto è proprio quello di un rubinetto: chissà perché c’è chi preferisce chiamarlo Pumpe!

    risultati della ricerca per immagini di Benzinhahn

  14. 5 ottobre 2018 15:54

    Mauro:

    @ Licia

    Semplice: per i tedeschi solo la colonnina dal distributore riguarda direttamente la benzina. E quella è in senso lato una Pumpe (perché ti pompa la benzina dal serbatoio sotterraneo a quello della tua auto). Il resto non lo vedono, quindi non lo considerano.

Commenti: