Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Lessico di Twitter: bot off

In informatica il significato di bot (da robot) si è evoluto nel tempo. Inizialmente indicava soprattutto software usato per svolgere automaticamente attività ripetitive su una rete, ad es. un mailbot risponde con messaggi automatici a email inviati a uno specifico indirizzo di posta elettronica.

Ora invece bot descrive anche programmi che possono interagire autonomamente con sistemi o utenti, come i bot sui social che simulano persone reali.

“On the Internet, nobody knows you’re a bot.”
Vignetta: ia.net (cfr. On the Internet, nobody knows you’re a dog)

I bot di Twitter

I bot di Twitter (Twitter bot) gestiscono automaticamente account e sono programmati per comportarsi come utenti umani: seguono altri account, “cuorano”, ritwittano, generano automaticamente contenuti e se malevoli possono anche diffondere notizie false e sfruttare hashtag e parole chiave degli argomenti più popolari per inserirsi aggressivamente in scambi tra persone reali e provocarne le reazioni.

Un esempio che ha fatto notizia: i famigerati bot russi che avrebbero contribuito ad influenzare il risultato delle elezioni presidenziali americane. 

MAGA bot
Vignetta: The Daily Beast

Il verbo bot (off)

In inglese quasi tutti i sostantivi possono essere trasformati in verbi (nouns can be verbed!), un meccanismo di transcategorizzazione – conversione della categoria grammaticale di una parola  – che in inglese è molto produttivo. Anche il sostantivo bot può essere usato come verbo, un neologismo che nel contesto di Twitter trovo molto efficace e divertente.

Alcuni esempi del verbo bot in reazioni di persone reali a tweet generati invece da bot:

Bot off #bot – bot off back to Russia – Take your ten followers and bot off – Bad English Comrade Joe… now bot off – Go  bot yourself, dearie. Get botted. Bot off. – Say something meaningful. If you can’t, then bot off.  – Troll away or bot off, whichever you are

Il verbo appare quasi esclusivamente nella forma bot off, all’imperativo, ed è chiaramente modellato su forme verbali monosillabiche del tipo xyz off quali bug off e i più volgari piss off, sod off, fuck off. Esprimono il concetto di go away (vattene! sparisci!) in modo decisamente contrariato, ostile e aggressivo.

vignetta con cartello NO TWEET ZONE e robot dalla faccia triste che dice “I just want to make friends…”. Didascalia: “the negativity towards bots, on Twitter, made Quark-082 very sad”
Vignetta: agent-x.com.au via 5 Ways To Spot A Twitter Bot

Ho aggiunto il verbo bot off ad altri neologismi “social” raccolti in A proposito di Twitter.


Altri esempi di transcategorizzazione in inglese:

il verbo gif in Giffing e giffare
il verbo handbag in Storiche metaforiche borsettate  
il verbo grandfather in In inglese “nonno” è anche un verbo


Tag: , ,

Non sono consentiti commenti o ping.

3 commenti a “Lessico di Twitter: bot off

  1. 31 maggio 2018 06:56

    hronir:

    Si chiama functional shift, in inglese, questo meccanismo di transcategorizzazione, giusto?

  2. 31 maggio 2018 15:52

    Licia:

    @hronir sì, anche se nei testi di linguistica è più comune il termine conversion.

    Ne approfitto per segnalare Lexicon of Linguistics, curato dalla Utrecht University, e in particolare la voce conversion: “other terms for this process are: null affixation, zero-derivation, hypostasis, functional shift, implicit transposition”. Nel caso specifico della conversione da sostantivo a verbo, informalmente sono molto usati anche gli iponimi verbification e verbing.

  3. 31 maggio 2018 17:34

    John Dunn:

    Probabilmente questo ‘bot off’ è modellato proprio sull’eufemismo ‘bog off’ .