Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Scherzetti, zucche e fantasmi: è Halloween!

Per rallegrare la giornata vi propongo alcune vignette di Cathy Law su Halloween, una festa molto americana che in realtà ha origini irlandesi

Halloween etiquette

Il nome Halloween deriva da All-Hallow-Even, la vigilia di Ognissanti. Non ha nulla a che vedere con il verbo arcaico ween, “opinare”, o con la parola weenie, che ha vari significati tra cui quello di persona sgradevole, che non sa come comportarsi.

Grazie ai film americani e alle strisce dei Peanuts è da tempo che associamo a Halloween la frase dolcetto o scherzetto.

Anche la frase originale trick or treat ci risulta familiare ma non tutti sanno che continua con smell my feet, give me something good to eat (o all you got to eat). L’ho raccontato in Dolcetto o scherzetto? dove ho confrontato le traduzioni nelle principali lingue europee: quella italiana è la più efficace.

Trump mascherato da Trump che spaventa streghe, fantasmi, pipistrelli, zombie e altri mostri urlando TRICK OR TWEET!

Ho già descritto la battuta trick or tweet nel 2015 in Dolcetto o scherzetto “social” ma ora ha assunto nuove connotazioni con la presidenza di Donald Trump e i suoi tweet storm

The real reason Linus never found the Great Pumpkin

In C’è zucca e zucca ho descritto le differenze tra pumpkin, squash e gourd, che in inglese identificano diversi tipi di zucca. La vignetta mi ha anche fatto pensare al mostro Sasquatch /ˈsæsˌkwɑtʃ/, lo yeti del folklore nordamericano.

Jack O LanternUn dettaglio etimologico curioso del nome pumpkin, la zucca di Halloween e di Cenerentola, è che è riconducibile al toscano popone, il melone. Nelle strisce italiane dei Peanuts invece The Great Pumpkin è stato associato a un’altra cucurbitacea: ho provato a ricostruire la storia della traduzione errata in Dubbi sul Grande cocomero.

Infine, si chiama Trumpkin la zucca intagliata con le fattezze del presidente americano. 

ghost ghosting each other

I fantasmi in inglese fanno boo, in italiano invece uuuh. E in altre lingue? Scopritelo in La parola ai fantasmi! 

In inglese ghost è anche un verbo e l’accezione più recente significa porre fine a una relazione interrompendo improvvisamente e senza alcuna spiegazione ogni tipo di comunicazione con l’altra persona.

ghostA proposito di telefoni e fantasmi, una ghost call descrive la telefonata che riceviamo senza che ci sia nessuno all’altro capo perché è stata fatta inavvertitamente, ad es. mentre il telefono è in tasca o nella borsa e lo schermo non è stato bloccato: è un inconveniente noto con vari nomi tra cui pocket dial(ling), butt-dial oppure purse dial.

La ghost call non va confusa con phantom phone [ringing] syndrome e phantom vibration syndrome, descritte in Sindrome da vibrazione fantasma.

Tag:

I commenti e i trackback da altri siti sono consentiti.

5 commenti a “Scherzetti, zucche e fantasmi: è Halloween!”

  1. 31 ottobre 2017 13:26

    Lele:

    @ Licia

    Il nome Halloween deriva da All-Hallow-Even

    Non è forse All-Hallow-Eve?

  2. 31 ottobre 2017 14:09

    Licia:

    @Lele even nel senso di evening, vedi ad esempio voce Halloween in Oxford Dictionaries.

  3. 2 novembre 2017 08:39

    Adndrea:

    Giusto, però anche l’Oxford nella definizione parla di Eve.
    Anch’io conoscevo l’origine descritta da Lele e mi piaceva di più.
    Grazie delle vignette, blog interessante come sempre.

  4. 2 novembre 2017 12:07

    Licia:

    @Adndrea, grazie 🙂

    Su Even/Eve, mi riferivo alla nota etimologica: Late 18th century: contraction of All Hallow Even (see hallow, even).

  5. 3 novembre 2017 16:57

    John Dunn:

    Nel Concise Scots Dictionary c’è halloween, ma anche hallow even. (p. 263). Per quelli che conoscono solo la versione americanizzata della festa forse sarebbe interessante la definizione: 31 Oct., the eve of All Saints’ Day, the last day of the year in the old Celtic calendar, associated with witches and the powers of darkness, and celebrated with bonfires, divination rites etc; now a children’s festival, when they go around as guisers … freq,. with turnip lanterns (see also dooking for apples …).

Commenti: