Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Tecnologia per analogia: Sideways dictionary

Sideways dictionary è un nuovo progetto in lingua inglese molto interessante: un dizionario collaborativo che non usa definizioni ma spiega la tecnologia digitale con analogie, in modo che tutti possano capirla.

L’idea di fondo è che i termini tecnici risultano spesso oscuri e incomprensibili e la mancata comprensione dei concetti che rappresentano può portare a scelte inadeguate. Il progetto è descritto in un video (con sottotitoli) che fa l’esempio di encryption, la crittografia:  

Attenzione: se premete il tasto YouTube icon vi verranno installati cookie di terze parti, siete avvisati!

Un altro esempio: la vulnerabilità zero day è spiegata paragonandola alla scoperta medica di un nuovo virus per il quale non c’è alcuna cura e quindi scatta la corsa contro il tempo per sviluppare un vaccino prima che il virus si diffonda. Altra analogia: gli organizzatori di un megaconcerto all’aperto si rendono conto che c’è chi entra senza pagare e devono controllare un perimetro enorme per trovare il varco prima che si venga a sapere e altri ne approfittino.

Sideways dictionary è un progetto di The Washington Post e Jigsaw (Alphabet / Google). Il nome mi piace molto perché sideways non vuol dire solo “di lato” ma ha anche un senso figurato che comunica un punto di vista non convenzionale o non ortodosso.

Chiunque può contribuire con le proprie analogie e votare per quelle selezionate dai moderatori. Questo video spiega come scrivere un’analogia con l’esempio di bandwidth, la larghezza di banda:

Come tutti i progetti in crowdsourcing anche questo ha dei limiti: non tutte le analogie sono efficaci e precise; alcune sono scritte solo per divertire e altre richiedono conoscenze enciclopediche specifiche (ad es. riferimenti americani o da geek e nerd).

L’idea però è molto bella anche perché fa riflettere non solo sulla terminologia e sul suo uso ma anche sul ruolo dei comunicatori.


Ho discusso spesso dell’arbitrarietà dei termini della tecnologia digitale, spesso poco intuitivi e fraintesi, in particolare quando passano da una lingua a un’altra. Qualche riferimento:
♦  Metafore e terminologia informatica 1 e 2 (analogie imperfette)
♦  Risemantizzazione e tecnologia (problemi di comprensibilità)
♦  Terminologia e comunicazione (il ruolo dei divulgatori)
♦  La “maledizione della conoscenza” (se si dà troppo per scontato!)
♦  decifrare, decodificare, decrittare, decriptare… (confusione terminologica)

Tag: , ,

I commenti e i trackback da altri siti sono consentiti.

Commenti: