Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

a paternoster

ascensore a paternoster – Wikipedia

La locuzione a paternoster in ambito tecnico identifica ascensori o montacarichi “a funzionamento continuo, costituito da una serie di cabine, gabbie o casse riunite in forma di catena senza fine, come i grani del rosario. Si hanno così due colonne di cui una sale e l’altra scende, lentamente, in modo che il carico e lo scarico degli oggetti e la salita e discesa delle persone avvengano senza arrestare il moto”  (Vocabolario Treccani).

Questo tipo di tecnologia risale alla fine del XIX secolo e si può notare che paternoster è un internazionalismo, presente nella maggior parte delle altre lingue europee (cfr. voci di Wikipedia). In inglese paternoster è anche un sostantivo che indica l’ascensore e, nella pesca, un tipo di lenza con molti ami (stessa metafora del rosario).

Aspetti diacronici nella formazione dei neologismi

Ho scelto questo esempio perché mostra che le tendenze nella formazione dei neologismi sono condizionate da aspetti sociolinguistici, in particolare diacronici: nel XXI secolo sarebbe alquanto insolito denominare nuove tecnologie usando riferimenti religiosi ma nel XIX secolo i grani del paternoster del rosario dovevano essere una metafora del tutto trasparente. 

Ci riflettevo quando ho verificato l’origine della parola elettrodomestico. Risale al 1935 ma non vuol dire domestico [sostantivo!] elettrico, come si potrebbe pensare – era l’epoca in cui i benestanti avevano in casa la servitù – ma deriva da (apparecchio) elettr(ic)odomestico.

Un esempio più vicino ai nostri tempi: il prefisso e- ha caratterizzato molti neologismi della parte finale del XX secolo, inizialmente con il significato di “elettronico” e poi di “relativo alle comunicazioni online”, ma ora non è più molto produttivo. Sta perdendo favore anche il prefisso i, che ormai ha circa 20 anni, come già osservato in L’evoluzione dell’italiano al tempo dei social.

Un altro esempio informatico da Plug and Play, chi se lo ricorda? è il declino che si nota in inglese nell’uso di conglomerati del tipo <verb> and <verb>, tipico invece degli anni ‘90.
.

Vedi anche:
♦  Radiografia delle parole 
♦  Tendenze nella formazione di neologismi 

GIF dell’ascensore paternoster: RokerHRO da Wikimedia

Tag: ,

I commenti e i trackback da altri siti sono consentiti.

4 commenti a “a paternoster”

  1. 28 febbraio 2017 14:02

    Mauro:

    Anche in tedesco quel particolare tipo di ascensore si chiama paternoster.
    Piccola aggiunta (non c’entra con la terminologia): la UE li ha proibiti per ragioni di sicurezza. Solo in edifici con un qualche valore storico sono tollerati.

  2. 28 febbraio 2017 14:18

    Licia:

    @Mauro infatti è un internazionalismo (e chi segue il link a Wikipedia trova altre informazioni tecniche).

  3. 28 febbraio 2017 14:42

    Lele:

    Mi suonava strana la frase “nel XIX secolo i grani del paternoster del rosario dovevano essere una metafora del tutto trasparente”. Reminiscenze infantili mi facevano obiettare: ma i grani del rosario rappresentano delle Ave Maria, non dei Pater Noster!

    Mi ha illuminato il link al Vocabolario Treccani, là dove dice: “Nella tecnica, si dice a paternoster (dove la parola ha il sign., assai raro in altri casi, di «corona del rosario») un ascensore o montacarichi,…”.

    Allora la domanda è: dire “i grani del paternoster del rosario” non è un pleonasmo? Sarebbe più corretto dire semplicemente “i grani del paternoster” (oppure “i grani del rosario”)?

  4. 28 febbraio 2017 14:56

    Licia:

    @Lele, intendevo proprio i grani del paternoster / Padre Nostro, che ricorrono ogni dieci Ave Maria:

    rosario

    L’uso raro di paternoster per rosario indicato dal Vocabolario Treccani è un esempio di sineddoche (la parte per il tutto), cfr. Storie di schede e linguette (e cavalierini).

Commenti: