Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Trollare: senza troll, nuovo significato!

Avete notato la risemantizzazione dei verbi troll in inglese e trollare in italiano? Qualche esempio di titoli di notizie recenti:

Is the Swedish deputy PM trolling Trump with this all-female photo?

How Trolling Trump Became an International Phenomenon

Super Bowl 51: The adverts that trolled Donald Trump, from Budweiser to Airbnb Europe is trolling the hell out of Trump one hilarious video at a time

Bruxelles, eurodeputato trolla Farage con il cartello “Vi sta mentendo”

Accezione originale di trollare

In nessuno dei titoli qui sopra troll e trollare possono essere interpretati con il significato noto da tempo di “comportarsi da troll”, cioè intervenire con commenti deliberatamente provocatori od offensivi in una comunità digitale per istigare reazioni negative da chi è preso di mira o si sente coinvolto.

Nuova accezione di trollare 

Il nuovo significato di troll, e quindi anche del calco trollare, è più simile a sbeffeggiare, prendersi gioco di qualcuno pubblicamente sui social o altri media. Più volgarmente: una presa per il culo, alla grande.

The Merriam-Webster Dictionary Has Been Trolling Trump On Twitter For Months

In questa accezione l’intento malevolo non è una caratteristica distintiva, anzi, di solito prevalgono aspetti ludici e satirici. Inoltre, lo scopo di chi trolla* non è la reazione di chi è preso di mira, spesso neppure coinvolto direttamente (cfr. subtweet e throw shade), ma il riconoscimento da parte della comunità digitale, che si manifesta con “mi piace” e condivisioni e a cui segue la speranza che il proprio contributo diventi virale.

Esempio: Trump trollato da @TrumpDraws:

[21 giugno 2017] Aggiungo un altro esempio da Londra con protagonista Elisabetta II in occasione del “discorso della regina”, la cerimonia di inizio di una nuova legislatura:

Queen trolls Theresa May with hat that looks remarkably like the European Union flag

Finora non ho trovato il nuovo significato di trollare in nessun dizionario di italiano ma si sa che nel mondo digitale le parole possono subire evoluzioni molto rapide. Per riconoscerle è utile l’approccio onomasiologico del lavoro terminologico che confronta i concetti analizzando le loro caratteristiche distintive.

Trollare, parola del XXI secolo!

Considerazioni lessicali a parte, credo che i neologismi semantici troll e trollare siano anche parole emblematiche della società contemporanea: viene dato molto valore al coinvolgimento virtuale per [avere l’illusione di] essere parte degli eventi contemporanei.


Vedi anche:
♦  Vecchi e nuovi troll (etimo: non c’entra la mitologia nordica!)
♦  Trollaio e altre parole nuove (lo erano nel 2014)
♦  Subtweet → frecciate 2.0 (molto usati per trollare su Twitter)
♦  Blastare: dai videogiochi a Mentana (un altro neologismo in tema)


* Nella nuova accezione chi trolla non è descritto come troll, parola che per ora mi sembra continui ad avere solo connotazioni negative.

Tag: ,

I commenti e i trackback da altri siti sono consentiti.

5 commenti a “Trollare: senza troll, nuovo significato!”

  1. 20 agosto 2017 22:00

    Licia:

    Il profilo Twitter del dizionario Merriam-Webster continua a trollare Donald Trump per i suoi errori di ortografia. Ultimo spunto due tweet, poi cancellati, in cui Trump aveva ripetutamente sbagliato a scrivere il verbo heal (guarire, sanare).

    @realDonaldTrump: Our great country has been divided for decades. Sometimes you need protest in order to heel, & we will heel, & be stronger than ever before!

    Chi gestisce il profilo del dizionario ha subito compilato questa guida rapida:

    heal (to become healthy again), heel (a contemptible person), he’ll (he will)

    C‘è chi commentato che quello di Trump magari era un lapsus freudiano (Freudian slip) dovuto a interferenza del saluto nazista heil.

    Va anche notato che heel oltre a descrivere un individuo spregevole è anche il tacco delle scarpe e il tallone (cfr. Achille’s heel) e come verbo ha vari significati tra cui rifare i tacchi delle scarpe ma anche tallonare e stare alle calcagna. Heel è anche il comando che si dà al cane per farlo camminare vicino al padrone, da cui l’espressione bring someone to heel che vuol dire ridurre all’obbedienza, portare all’ordine, anche in senso figurato. Su tutto questo ci sono state molte battute e giochi di parole.

  2. 21 agosto 2017 01:15

    Marco B:

    Lapsus in fondo comprensibile, Trump e’ well heeled…

  3. 21 agosto 2017 21:19

    Licia:

    @Marco 😀

    (per chi non conosce l’espressione, aggiungo che vuol dire “pieno di soldi” e ne approfitto per ricordare anche under the heel of someone, usato per descrivere chi è soggiogato, ad es. da un dittatore)

  4. 22 agosto 2017 13:29

    @lukazzu:

    Nel wrestling esiste l`espressione “turn heel” quando un “face”, cioe` un buono, diventa cattivo nella storyline, ai miei tempi ricordo di Hulk Hogan, face per eccellenza che per esigenze narrative divenne Heel

  5. 1 settembre 2017 23:18

    Licia:

    @lukazzu, grazie per il riferimento. Intanto, un nuovo esempio: il lupo perde il pelo ma non il vizio!

    Texas is heeling fast thanks to all of the great men & women who have been working so hard. But still, so much to do. Will be back tomorrow!

Commenti: