Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Morbido “pile coral fleece”

Avete mai fatto caso alle descrizioni delle coperte di poliestere che risultano particolarmente morbide e vellutate al tatto?

copertina in pile coral fleece

È probabile che il tessuto venga identificato come pile coral fleece, una locuzione che mi fa sorridere perché è come dire che un maglione è fatto di lana Shetland wool

Il tessuto sintetico noto in italiano come pile ha infatti tutt’altro nome in inglese, [polar] fleece. L’ho già descritto in Il pile, un falso amico potenzialmente imbarazzante, dove trovate un episodio buffo, l’origine dello pseudoanglicismo pile e termini correlati come pill fleece e anti-pilling fleece.

Ho anche osservato che il nome coral fleece, un tipo di pile, non ha nulla a che fare con il corallo e probabilmente è stato scelto solo per la sua assonanza con polar fleece.

Coral fleece è un esempio di arbitrarietà denominativa che rende più complessa la coerenza terminologica in altre lingue. In italiano lo dimostra la discrepanza tra l’iperonimo pile e l’iponimo coral fleece, che evidenzia inoltre la scarsa trasparenza dei prestiti.

Tag:

I commenti e i trackback da altri siti sono consentiti.

Un commento a “Morbido “pile coral fleece””

  1. 23 novembre 2016 11:15

    Alpha T:

    Non mi scandalizza più di tanto, perché può essere inteso come un marchio, tipo “la speciale lama Miracle Blade”

Commenti: