Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Inglese farlocco per le scuole: *bulloff

Questa immagine riassume le 10 azioni del Piano nazionale per la prevenzione del bullismo e del cyber-bullismo a scuola 2016/2017 del Ministero dell’Istruzione: 

1 Un Nodo blu contro il bullismo: Giornata nazionale contro il bullismo a scuola 2 Generazioni Connesse 3 Formazione dei docenti 4 Il MIUR e la Polizia di Stato 5 MIUR e SoS il Telefono Azzurro 6 Format tv maipiubullismo 7 Verso una scuola amica – “bullo¬” 8 No hate speech 9 Il Tour “Un Bacio Experience” 10 I Protocolli d’Intesa

La settima azione è denominata Verso una scuola amica “bulloff”. Nel piano non c’è alcuna spiegazione di cosa si intenda ma immagino che chi non sa l’inglese interpreti bulloff come “repellente per bulli”, magari grazie all’associazione con la lozione antizanzare Off!

Chi conosce l’inglese si domanderà invece perché il Miur ricorra a uno pseudoanglicismo che combina malamente la parola bull, “toro”, con l’avverbio o preposizione off, che in inglese è raramente posposto a un sostantivo. Bulloff è un esempio palese di “inglese farlocco”.

Anglicismi antibullismo

Nel piano del Miur appaiono anche parecchi veri anglicismi. Alcuni sono in uso da tempo in italiano, altri invece sono molto recenti o nuovi, eppure sono usati senza alcuna spiegazione. Esempi: Call To Action, Safer Internet Centre, Advisory Board Nazionale, e-policy, un TARGET AUDIENCE (maschile!), truck, Train to be cool, Helpline, sexting, social coach televisivo, coaching, docureality, No Hate Speech…   

Abuso delle Maiuscole

Si notano inoltre varie incongruenze e un’interferenza dell’inglese ricorrente nei documenti Miur, la “maiuscolite” americana. Qualche esempio:
– Giornata Nazionale contro il Bullismo a Scuola
Il 17 Ottobre parte la Call To Action
scuole italiane contro il Bullismo
la Campagna di Comunicazione
I Super Errori del WEB e le 7 regole del Super Navigante
i Protocolli d’Intesa

Non dovrei più stupirmi e invece non  mi capacito che proprio al Ministero dell’Istruzione non venga prestata attenzione a questi dettagli e che non si faccia alcuno sforzo per evitare gli anglicismi superflui o addirittura inventati.

Vedi anche:
♦  bullismo, mobbing e bullying 
♦  MIUR: lunga vita all’inglese farlocco?
♦  La buona scuola, tra anglicismi e sillabazioni.
♦  La “via italiana” alla Scuola Digitale

Tag: , ,

I commenti e i trackback da altri siti sono consentiti.

2 commenti a “Inglese farlocco per le scuole: *bulloff

  1. 18 ottobre 2016 19:42

  2. 18 ottobre 2016 19:57

    Licia:

    @segnalazione grazie, l’ho twittato anch’io oggi pomeriggio: gli esempi sono molto interessanti, diversi dai soliti che si vedono sempre, e in lingue diverse.

Commenti: