Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Staycation in italiano

Sharp rise in cost of holidays abroad leads to staycation boom

Tra le conseguenze della Brexit c’è la sterlina debole che sta costringendo molti britannici a rinunciare alle vacanze all’estero (al sole!) e fare invece una staycation.

staycation Staycation è una parola macedonia formata da stay [at home] + vacation, “vacanza in cui si rimane [a casa]”. Durante una staycation si fanno solo attività locali o escursioni giornaliere nei dintorni (cfr. anche daycation).

È un neologismo recente: è nato con la crisi economica e si è diffuso molto rapidamente, tanto che alla fine del 2008 appariva in molti elenchi di parole dell’anno.

Inglese americano vs inglese britannico

La parola staycation è chiaramente di origine americana (vacation anziché holiday) ma è stata subito adottata anche nell’inglese britannico dove ha soppiantato potenziali alternative quali holistay e homeliday.

Nell’inglese britannico si nota però una differenza d’uso: staycation ha acquisito un’ulteriore accezione, “fare le vacanze nel proprio paese anziché all’estero”, come nel titolo riportato sopra. In Gran Bretagna si può quindi descrivere come staycation anche la vacanza di un londinese che trascorre una settimana in Cornovaglia.

Staycation in italiano  

Ho visto l’anglicismo staycation anche in contesti italiani e dubito sia stata coniata alcuna espressione equivalente. Il concetto di restare a casa durante le vacanze ovviamente non è nuovo, però fino a ieri ignoravo l’esistenza di due modi di dire italiani scherzosi di gran lunga precedenti a staycation.

Da Mario Passariello ho scoperto che in Campania si diceva “vado a Castò” e da Paolo Attivissimo che in Lombardia si usa(va) un’espressione simile, “Castò, provincia di Caresto”, ma con una differenza: al sud ca vale come “qua” mentre al nord come “casa”.

Mi piacerebbe sapere se altrove ci sono altri modi di dire. Raccontateli nei commenti!
.

Vedi anche: Parole estive 
.

Tag: ,

I commenti e i trackback da altri siti sono consentiti.

5 commenti a “Staycation in italiano”

  1. 13 luglio 2016 08:37

    Mauro:

    Homeliday però è più bella, suona molto meglio.

  2. 13 luglio 2016 13:24

    Ivo Silvestro:

    Non è proprio un modo di dire scherzoso, ma io ho sentito spesso “vacanza autarchica”.

  3. 13 luglio 2016 14:10

    Licia:

    @Mauro come sempre prevale l’uso…

    @Ivo, grazie! Un po’ connotato ma rende bene l’idea.

    Aggiungo anche altri contributi ricevuti via Twitter.

    A Como vado a Casasto  (@Alliandre).

    In sardo si va a santu setziu in domu, “che suona simile al nome di alcuni paesi , traducibile come San Seduto a casa” (@fregua).

    In tedesco Urlaub auf Balkonien (@M_Giova_Rinaldi), vacanza (Urlaub) e gioco di parole con balcone (Balkon) a cui è aggiunto il suffisso di nomi di paesi meta tipica di vacanze come Italien e Spanien.

  4. 14 luglio 2016 09:54

    Mauro:

    @ Licia

    @Mauro come sempre prevale l’uso…

    Lo so, però come sempre i britannici dimostrano di aver senso linguistico e musicale e gli statunitensi no 😉

  5. 15 luglio 2016 17:02

    John Dunn:

    Grazie, Mauro, per il complimento colletivo, ma per me homeliday non funziona, perché è quasi impronunciabile.

Commenti: