Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Risemantizzazione e tecnologia

L’infografica di How has Technology changed Language? illustra dieci parole del lessico inglese che hanno subito un processo di risemantizzazione e hanno acquisito significati tecnologici, diventando neologismi semantici.

Per frequenza d’uso, spesso le nuove accezioni prevalgono su quelle originali. Un esempio tipico è troll in inglese: senza contesto è immediata l’associazione con gli orrendi individui che infestano Internet. Probabilmente non vengono subito in mente né gli esseri delle leggende scandinave né tantomeno la pesca con esca alla base dell’accezione digitale, descritta in Vecchi e nuovi troll.

troll
Le altre parole inglesi dell’infografica sono drone, hotspot, trend, cloud, il verbo friend, cookie, spam, bug e il simbolo # di hashtag. Cosa notate?

A parte il verbo friend, sono tutte parole comunemente usate anche in italiano. È una caratteristica della nostra terminologia informatica e tecnica: più spesso che in altre lingue il prestito viene preferito alla risemantizzazione di parole italiane equivalenti. I prestiti hanno il vantaggio di essere monosemici ma le metafore alla base di questo tipo di termini risultano poco trasparenti. In questi casi non c’è da stupirsi che gli italiani fatichino a capire la terminologia delle nuove tecnologie in percentuale molto più alta degli altri europei, cfr. I 10 termini informatici più ostici per gli italiani.

La comprensibilità diminuisce ulteriormente se già in inglese le analogie sono imperfette: ne ho discusso in Metafore e terminologia informatica 1 con l’esempio di cloud, termine nato da un’associazione abbastanza casuale e per questo poco trasparente anche per i parlanti di madrelingua.

Ecco le altre parole e alcuni link di approfondimento:

Changing Language of Tech
Fonte: How has Technology changed Language?

La terminologizzazione è il processo di risemantizzazione con cui una parola o un’espressione di uso generale o comune viene trasformata in un termine che designa un concetto particolare in un linguaggio speciale. È un argomento ricorrente nel blog, dove trovate descritta la maggior parte degli esempi dell’infografica:

♦  drone in Dai fuchi ai droni (non ha origine dal ronzio!)
♦  hotspot in Migranti: cos’è un hotspot? 
♦  trend in Trend(ing) topics, nuove “tendenze”
♦  cloud in lost in the cloud
♦  troll in Vecchi e nuovi troll.
♦  friend in Flessibilità dell’inglese: un (verbi friend e unfriend)
♦  cookie in Termini in evidenza
♦  spam in Neologismo: snowshoe spamming e Spamming, spinning e spimming
♦  bug in Animali nella terminologia informatica
♦  # in # nomi inglesi del cancelletto # e #hashtag, parola e simbolo

Inoltre:
♦  hard drive in Dischi rigidi, fissi e “solidi”
♦  tweep in Twoosh e altri twitterismi 
♦  www in www e pronuncia di indirizzi web e Curiosità sul nome Web 
♦  LOL in LOL: le risate, l’amore e i saluti

Tag: , ,

I commenti e i trackback da altri siti sono consentiti.

3 commenti a “Risemantizzazione e tecnologia”

  1. 25 giugno 2016 11:14

    Alpha T:

    Anche se non c’entra con la tecnologia, questa è troppo bella…
    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=931285876993836&set=a.274911639297933.64214.100003372980374&type=3&theater

  2. 25 giugno 2016 11:53

    Licia:

    @Alpha T 😀

  3. 18 febbraio 2017 11:29

    Silvia Buralli:

    Molto interessante. Quindi nel caso di trend si può parlare di una “doppia terminologizzazione”, sia nell’ambito informatico sia in quello economico?

Commenti: