Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Curiosando tra le nuove emoji di Unicode 9.0

Il 21 giugno verrà rilasciata la versione 9.0 di Unicode, lo standard di codifica dei caratteri della maggior parte dei sistemi di scrittura. Include anche 72 nuove emoji.

Bisognerà aspettare gli aggiornamenti di sistemi operativi e piattaforme per vedere le differenze grafiche nelle diverse implementazioni. Intanto Emojipedia ha creato un video con le nuove emoji nello stile usato da Apple (simile a quello di WhatsApp). 

Attenzione: se premete il tasto YouTube icon vi verranno installati cookie di terze parti, siete avvisati!

Aspetti culturali

Come già osservato in Un’emoji parola dell’anno 2015, succede spesso che alla stessa emoji vengano attribuiti significati diversi e siano associate preferenze e modalità d’uso che dipendono non solo dal dispositivo o dall’app ma anche da fattori culturali legati a lingua e paese.

Le nuove emoji includono sia pittogrammi (immagini di oggetti reali) che ideogrammi (immagini o simboli che rappresentano un’idea o un concetto astratto, come gli stati d’animo espressi dalle faccine). Ne ho scelte alcune dalla categoria Smileys & People e ho usato le indicazioni delle valutazioni di globalizzazione, un’attività usata nella localizzazione, per mostrare che ce ne sono parecchie di potenzialmente ambigue.

Nelle immagini, da Emoji Recently Added, la rappresentazione approvata da Unicode è in bianco e nero mentre le emoji a colori sono solo esempi di possibili implementazioni.

Aggiornamento ottobre 2016: le pagine di Unicode nel frattempo sono state modificate. Sono state aggiunte le implementazioni dei diversi produttori che non sempre corrispondono agli esempi originali riportati di seguito.

Faccine

LYING FACE

Si nota subito che la faccina che mente (lying face) ha il naso lungo. Per noi italiani, e presumo anche in altri paesi occidentali, il riferimento a Pinocchio è ovvio. Non è però scontato che tutte le culture condividano questo tipo di conoscenze enciclopediche. Potrebbe anche darsi che in alcune culture “naso lungo” abbia significati simbolici diversi.

Sia in queste immagini che in quelle alternative di Emojipedia si nota che il naso da bugiardo è rappresentato come un bastone cilindrico, mentre nell’immaginario italiano Pinocchio ha il naso appuntito. Non è difficile vedere l’influenza del Pinocchio Disney, illustrata qui: è un’altra differenza culturale.

DROOLING FACE

La faccina che sbava (drooling face) indica desiderio ardente per qualcuno o qualcosa, come in italiano, ma stranamente è descritta come “face-neutral” (!). Andrebbe verificato se tutte le culture attribuiscono lo stesso significato alla saliva che esce incontrollabile dalla bocca e se le diverse implementazioni grafiche dell’emoji in piattaforme diverse consentiranno la stessa interpretazione (nell’esempio si notano due bocche con sogghigno e due invece con gli angoli rivolti verso il basso, e l’effetto non è paragonabile).

NAUSEATED FACE

La caratteristica distintiva della faccina in preda alla nausea (nauseated face) è la bocca con lo spasmo di chi sta per vomitare. Pare che l’emoji sarà verde e in questo rifletterebbe l’uso inglese: si dice green di una persona pallida o che non si sente bene (ad es. you look green, are you all right?). In italiano il colorito livido è grigio da malessere fisico, verde se associato a disagio emotivo, ad es. verde di rabbia, spavento o invidia. È risaputo che le connotazioni e i significati simbolici dei colori possono variare anche molto da cultura a cultura e quindi va fatta particolare attenzione nel loro uso.

Aggiornamento marzo 2017: anche il vomito è verde nella nuova emoji face vomiting, approvata per Unicode 10. Dettagli in Nuove emoji: la sirena è caduta nella rete…

ROLLING ON THE FLOOR LAUGHINGLe altre nuove emoji-faccina sono rolling on the floor laughing (ROFL), raffigurata letteralmente con rotolamento sul pavimento, un’altra con cappello da cowboy, un clown e una faccia che starnutisce.

Persone

SHRUG

Chi legge romanzi in inglese sa che nelle descrizioni delle persone prima o poi appare sempre il verbo (o il sostantivo) shrug. Pare che in inglese sia inevitabile stringersi nelle spalle per esprimere noncuranza, indifferenza o ignoranza. È per questo che sono convinta che la richiesta per questa emoji sia di origine americana: è un concetto indispensabile (!) e servirà a sostituire l’emoticon corrispondente,  ¯\_(ツ)_/¯, molto usata nonostante richieda ben 9 caratteri.

Dubito però che shrug sia un universale culturale, usato ovunque con lo stesso significato.

FACEPALM

Face palm (o facepalm) è il gesto della mano che copre la faccia per esprimere imbarazzo, sconcerto o esasperazione, diventato un notissimo meme della cultura americana grazie anche a un episodio di Star Trek. La parola facepalm ha pochi anni ma ormai è usata comunemente anche nei social media italiani.

La raffigurazione risulta familiare, anche se in Italia il gesto “classico” è sbattere la mano sulla fronte portandola a coprire gli occhi anziché l’intera faccia, o in alternativa ci si prende la testa tra le mani o si coprono gli occhi con entrambe le mani. O forse su influenza americana ora anche in Italia c’è chi si porta l’intera mano in faccia, orientata verticalmente? In ogni caso dubito che facepalm possa essere considerato un gesto universale e in altre culture potrebbe avere significati diversi.

La categoria person include anche emoji che fanno coppia con altre già esistenti ma finora in un’unica versione, maschile o femminile. Tra queste spicca Mother Christmas (Mrs Claus) che dovrebbe essere la controparte di Babbo Natale, e man in tuxedo che rappresenta lo sposo (nei paesi di lingua inglese spesso indossa un abito da cerimonia tipo il tight) che si affianca alla sposa.

Parti del corpo

SELFIE

Il selfie è un concetto recentissimo (poco più di  3 anni!) ma credo ormai conosciuto in tutto il mondo. Non mi sembra però che l’emoji che lo rappresenta sia del tutto ovvia: potrebbe essere facilmente confusa con qualche altro gesto di significato diverso. Trovo anche curioso che questa emoji sia inclusa tra le parte del corpo.

CALL ME HAND

Se non avessi letto la descrizione call me hand non avrei mai capito che questa emoji rappresenta una telefonata. È un gesto che si fa anche in italiano ma mi pare poco riconoscibile e per questo ritengo che l’emoji sia ambigua e si presti a fraintendimenti. Credo anche che sia destinata a diventare presto obsoleta perché rappresenta una cornetta di telefono fisso, sempre meno usato (cfr. Telefonate figurate).

Aggiornamenti – Emojipedia chiarisce che questa emoji non va confusa né con il cosiddetto Shaka sign, di origine hawaiana, usato dai surfisti e poi popolarizzato da altri sportivi per comunicare sensazioni positive, né con le corna a tre dita usate nell’heavy metal o con altri segni descritti in similar gestures (riferimenti via @Lukazzu). Nulla impedisce però che la nuova emoji possa essere usata con significati alternativi!
Nuovo in Unicode 10 (2017): ILY: 3 dita, 3 lettere, 1 gesto, 1 emoji (altre possibili corna o è davvero amore?!).

Tra le nuove parti del corpo ci sono anche le dita incrociate, la stretta di mano, due tipi di pugno e il dorso di una mano e anche queste potrebbero avere interpretazioni ambigue.

Emoji simboli universali?

cowboy emojiLe altre nuove emoji fanno parte delle categorie animali e natura, cibo e bevande e viaggi e luoghi. Confermano l’impressione che questo nuovo set di emoji sia nato da richieste specifiche per il mercato occidentale (americano?) e non sia stato ottimizzato per il mercato globale – come del resto il set originale, concepito solo per il mercato giapponese.

Anche le regole di Unicode per proporre nuove emoii, Submitting Emoji Character Proposals, e in particolare i criteri di selezione, rivelano una visione piuttosto americana o comunque occidentale di cosa debba essere incluso.

È un argomento sui cui mi riprometto di tornare. Per oggi mi fermo qui, ma credo che gli esempi fatti siano sufficienti per suggerire cautela nel considerare le emoji simboli universali. La loro interpretazione infatti può essere influenzata da molti aspetti, non solo tecnici ma soprattutto linguistici e culturali già rilevati anche per Oggetti, concetti e segni nelle interfacce.

Aggiornamento luglio 2016 – Ho aggiunto le mie considerazioni in un nuovo post, Nuove emoji, per palati soprattutto americani?
.

Vedi anche:

♦  Da emoticon a emoji (due concetti diversi spesso confusi)
♦  Un’emoji parola dell’anno 2015 
♦  Emoji nuova lingua? (ne ho discusso in un’intervista a Tele Radio Più) 
♦  Emoji in italiano (un bel progetto di #scritturebrevi, con molti spunti di discussione)
♦  Descrizioni delle emoji in Twitter (errori di traduzione, incongruenze e aspetti culturali)
♦  Fraintendimenti emojionali (interpretazioni diverse da un sistema operativo all’altro)

Nuovi post:

♦  Emoji, tra segni, gesti e sistemi di scrittura (sistema universale vs sistema astratto)
♦  Emoji al volante, sintassi importante! (limiti all’uso come linguaggio visuale globale)
♦  Nuove emoji, per palati soprattutto americani? (polisemia e metafore nelle nuove emoji)
♦  Emoji: la melanzana e altre verdure (altre nuove connotazioni occidentali)
.

Tag: , ,

I commenti e i trackback da altri siti sono consentiti.

4 commenti a “Curiosando tra le nuove emoji di Unicode 9.0”

  1. 6 giugno 2016 09:26

    Gianmaria:

    Incredibile! Grazie Licia, interessantissime e mi sembrano correttissime le tue riflessioni.

  2. 6 giugno 2016 10:18

    .mau.:

    sbattere la mano in fronte non significa “come ho fatto a non pensarci prima!”?

    (e comunque io sono ancora offeso che abbiano tolto il klingon da Unicode)

  3. 6 giugno 2016 17:03

    AlPa:

    @.mau.
    Non solo offeso: è stato un grave errore. Lo scopo di Unicode è quello di rappresentare tutti i segni scritti (ci sono le note musicali, appunto le emoji, ecc.)
    È abbastanza ovvio che il klingon è un sistema di scrittura largamente usato in testi digitali (sicuramente più del lineare b). Perché toglierlo? la motivazione “Lack of evidence of usage in published literature, lack of organized community interest in its standardization, no resolution of potential trademark and copyright issues, question about its status as a cipher rather than a script” (in http://www.unicode.org/alloc/nonapprovals.html ) mi sembra dovuta più a un effetto “puzza sotto il naso”. Infatti come mai non è stato per esempio ancora rifiutato il tengwar di Tolkien?

  4. 9 giugno 2016 10:30

    Licia:

    @.mau. e se mentre lo fai scuoti anche la testa piegata leggermente verso il basso? 😉

Commenti: