Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Non solo alla RAI: emotainment e altri –tainment

word cloud con diversi tipi di intrattenimento

In un’intervista il direttore generale della RAI ha annunciato la fine dell’emotainment a Rai1:

A cos’altro rinuncerà? «Non rivedrete più su Rai1 programmi di “emotainment”, come lo chiamiamo in gergo. Non ci saranno Il dono, Così vicini così lontani o, su un altro fronte, Ti lascio una canzone».

Emotainment (emotional entertainment) è un tipo di intrattenimento, soprattutto televisivo, con forte contenuto emotivo. Nell’ambito specialistico dell’industria dello spettacolo va considerato un anglicismo utile perché è associabile ad altri termini simili che identificano particolari tipi di programma con “ibridizzazione” di due generi diversi.

Altri tipi di intrattenimento

Emotainment è una delle numerose parole macedonia nate in inglese che hanno entertainment come secondo elemento, ad es. edutainment e infotainment, da tempo registrate anche dai dizionari italiani. Questa costruzione è così produttiva che ormai –tainment è considerato un elementi formativo della lingua inglese, del tipo descritto in Twitterati, hackathon, mansplain? → Libfix!  Alcuni esempi:

Edutainment – programmi, non solo televisivi ma anche editoriali o software, che consentono di apprendere divertendosi. Il primo elemento della parola è education, un falso amico che non vuol dire “educazione” ma istruzione.

Infotainment – programmi in cui l’informazione giornalistica o culturale è coniugata con lo spettacolo. Infotainment ha anche un’altra accezione: descrive i sistemi di intrattenimento usati in alcuni veicoli (auto o mezzi di trasporto pubblici).

Confrontainment – programmi che intrattengono mostrando persone che si confrontano apertamente (eufemismo!). Esempio: i talk show con i politici che litigano tra loro.

Advertainment – la pubblicità come intrattenimento, come il vecchio Carosello.

Irritainment – programmi che danno sui nervi, però non si riesce a fare a meno di guardarli.

Altri esempi, anche in ambiti diversi dall’industria dello spettacolo, in The evolution of Zippytainment  e in questo passaggio di Word Spy: The Word Lover’s Guide to Modern Culture di Paul McFedries:

–tainment neologisms in WordSpy: agritainment, eatertainment o eat-a-tainment, kiddietainment, humilitainment, militainment, murdertainment, promotainment, retailtainment, retrotainment, sportstainment, ubitainment

Nella comunicazione divulgativa, diretta a un pubblico che non ha familiarità con il lessico specifico dell’intrattenimento, si possono sostituire questi anglicismi con descrizioni, oppure spiegarli come ha fatto il direttore della RAI per edutainment.

Tag: , ,

I commenti e i trackback da altri siti sono consentiti.

Commenti: