Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Sicurezza stradale in Italia: Young & Road

.
logo Young & RoadYoung & Road
è il nome di un progetto per la sicurezza stradale finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale.

Me l’ha segnalato meta/phr(eɪ)Ze come esempio di inglese farlocco: parole facilmente comprensibili anche da chi ha conoscenze rudimentali dell’inglese, ma che insieme sono poco idiomatiche o addirittura errate. In questo caso, chi si è inventato Young & Road non ha saputo applicare alcuni meccanismi lessicali che sono usati anche in italiano.

X & Y

I nomi del tipo X & Y, ricorrenti in marchi e nomi di attività commerciali, sono parole polirematiche: elementi lessicali, formati da più di una parola, che hanno una particolare coesione strutturale e semantica interna. Nello schema X & Y, le due variabili appartengono alla stessa categoria lessicale: due sostantivi, due verbi oppure due aggettivi (poche eccezioni, ad es. formazioni con nomi propri). Esempi di marchi italiani di questo tipo: poltrone e sofà, Stira & Ammira, Libera e Bella.

I nomi X & Y inoltre si comportano spesso come binomi lessicali, locuzioni in cui l’ordine degli elementi costitutivi è determinato da tendenze fonologiche, metriche, semantiche e pragmatiche. Se si prova a leggere a voce alta ammira e stira, sofà e poltrone e bella e libera, si avverte subito che non sono altrettanto efficaci.

Young & Road

Young & Road non funziona perché dopo young e il segno & ci si aspetta un altro aggettivo, non un sostantivo. L’associazione delle tre parole non ha molto senso: non è chiaro a cosa si riferisca “giovane”, che non può essere “strada” perché in mezzo c’è la congiunzione &, e non può essere interpretato come “i giovani” perché sarebbe necessario l’articolo determinativo, the young.

L’aspetto del logo è gradevole perché le due parole appaiono bilanciate graficamente, ma mi pare che la sequenza di fonemi renda la pronuncia poco scorrevole per chi non è abituato a parlare inglese.

Sono quindi molto perplessa da questa scelta. Penso che le istituzioni italiane dovrebbero privilegiare la lingua italiana, ma se ritengono che l’inglese sia più efficace, perlomeno dovrebbero assicurarsi che sia corretto!


Come ultima osservazione riporto la frase che descrive il progetto: E’ il Giro d’Italia della sicurezza stradale toccando la maggior parte delle Regioni italiane. Calco sintattico dell’inglese reaching o verbo simile? In italiano sarebbe preferibile che tocca. . 
.

Vedi anche: Problemi di inglese per #labuonascuola, per altri esempi di inglese ministeriale inadeguato, e Binomi lessicali italiani e inglesi, per un elenco di espressioni che hanno un ordine diverso nelle due lingue, come black and white  vs bianco e nero.

Tag: , ,

Non sono consentiti commenti o ping.

2 commenti a “Sicurezza stradale in Italia: Young & Road

  1. 4 dicembre 2015 11:22

    Marco:

    Segnalo questo articolo di Le Monde sull’abuso di anglicismi nella politica e pubblica amministrazione italiana:
    http://www.lemonde.fr/m-actu/article/2015/11/30/anglicismes-l-italie-dit-basta-cosi_4820721_4497186.html

  2. 5 dicembre 2015 16:42

    Stefano:

    @Marco
    Ho letto l’articolo di cui hai messo il ‘link’. In effetti ai francesi, orgogliosi della propria lingua, deve sembrare assurda la ‘permeabilita’ della lingua italiana ai forestierismi in generale e agli anglicismi in particolare.
    Non ci rimane che supportare la lodevole iniziativa dell’Accademia della Crusca.