Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Argh, Halloween!

Impossibile ignorare Halloween: le decorazioni con zucche, ragnatele, pipistrelli, streghe, scheletri e fantasmi sono ovunque. E mi sembra di vedere dappertutto anche la vignetta americana qui sotto a sinistra, in effetti molto divertente. Ne aggiungo un’altra vista oggi, con il bambino che spaventa perché mascherato da una paura moderna, la nomofobia:

trick or treat   bambino vestito da telefono LOW BATTERY, reazione spaventata della donna che lo vede
Fonti: social media e
Moderately Confused 

Molto attuale anche questa, con rifermento agli anti-vaxxer che non fanno vaccinare i figli:

Halloween-Bruce-Plante
Vignetta di Bruce Plante [touch up = ritoccare, measles = morbillo]

Questa invece fa semplicemente sorridere:

Trick or Treat – F minus
VIgnetta: F Minus

In tema con la giornata, alcuni vecchi post:

Halloween – origine del nome e della tradizione: non è una festa nata negli Stati Uniti ma proviene dall’Irlanda (e/o da altri paesi celtici).

Dolcetto o scherzetto – dov’è nata la frase trick or treat, come si è evoluta e le diverse interpretazioni che ha avuto in spagnolo, francese e tedesco che si riflettono in alcune differenze culturali (a proposito: guardate le vignette di Stephen Collins in The Guardian su Halloween in America e in Gran Bretagna).

Dubbi sul Grande cocomero – la traduzione errata di The Great Pumpkin nei Peanuts, con alcune note sulla Piligréna romagnola e le lumere lombarde nei commenti. 
.

Tag:

Non sono consentiti commenti o ping.

Non si possono aggiungere commenti.