Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Dirac, fermio e altri termini da Nobel

Potete ascoltare l’origine del dirac, goliardica unità di misura della loquacità, nella puntata di Radio3 Scienza dedicata al premio Nobel per la fisica 2015. Il dirac prende il nome da Paul Dirac, vincitore nel 1993 e famigerato per la sua estrema riluttanza a parlare.

Molti termini scientifici sono eponimi, sia nella forma x di <scienziato> (morbo di Alzheimer, gabbia di Faraday ecc.) che come formazioni derivate dal nome proprio. Tra queste ce ne sono diverse che onorano vincitori del premio Nobel.

Il fisico italiano Enrico Fermi, ad esempio, è ricordato con eponimi del tipo x di Fermi (livello di Fermi, distribuzione di Fermi ecc.) e con questi termini:
fermi, unità di misura di lunghezza pari a 10-15 m e coincidente con il femtometro (dal danese femten, 15), con il quale ha in comune il simbolo fm;
fermione, particella con spin semintero che segue la statistica di Fermi-Dirac
fermio, elemento chimico transuranico artificiale con numero atomico 100 e simbolo Fm.

Fermi ha avuto un ruolo chiave nel definire la terminologia della fisica nucleare, ad es. ha introdotto in inglese i termini neutrino e atomic pile (da pila atomica); aveva proposto anche neutretto per una particella allora ipotizzata e ora nota come neutrino muonico o mu, in inglese muon neutrino. In Enrico Fermi and the making of the language of nuclear physics di Khurshid Ahmad e Maria Teresa Musacchio trovate altri dettagli, sia per l’inglese che per l’italiano.

Come il fermio anche altri elementi chimici artificiali prendono il nome da premi Nobel:  

curio, numero atomico 96, simbolo Cm, da Marie and Pierre Curie
einstenio, numero atomico 99, simbolo Es, da Albert Einstein
nobelio, numero atomico 102, simbolo No, dal fondatore del premio Alfred Nobel
laurenzio, numero atomico 103, simbolo Lr, da Ernest Lawrence
rutherfordio, numero atomico 104, simbolo Rf, da Ernest Rutherford 
seaborgio, numero atomico 106, simbolo Sg, da Glenn T. Seaborg
bohrio, numero atomico 107, simbolo Bh, da Niels Bohr
roentgenio, numero atomico 111, simbolo Rg, da Wilhelm Röntgen

Peter Higgs, premio Nobel per la fisica 2013, appare nel doppio eponimo bosone di Higgs, già citato con neutrino e altri termini dal nome curioso, come gluone, charm, MACHO e WIMP, in Terminologia al CERN.
.

Vedi anche: Eponimi in informatica

NB  La pronuncia corretta di Nobel è /nɔ’bɛl/, con l’accento sulla seconda sillaba.


Definizioni e altri riferimenti dal Dizionario delle Scienze Fisiche Treccani

Tag: ,

Non sono consentiti commenti o ping.

4 commenti a “Dirac, fermio e altri termini da Nobel”

  1. 8 ottobre 2015 15:52

    Mauro:

    Fermi e neutrino… è in parte una leggenda metropolitana: in realtà il nome venne coniato da Edoardo Amaldi durante una discussione con Fermi.

  2. 8 ottobre 2015 15:57

    Licia:

    @Mauro infatti non ho detto che l’ha coniato lui ma che l’ha introdotto in inglese. 😉

  3. 9 ottobre 2015 14:25

    Mauro:

    Ops… hai ragione 🙂

  4. 9 ottobre 2015 16:37

    Licia

    Ne approfitto per aggiungere alcune segnalazioni di Peppe Liberti: i suoi post Nomencalare, sui nomi degli elementi chimici, e Catalogazioni, sui nomi delle particelle, e Glossary of Coined Names & Terms Used in Science di John Andraos, che elenca l’autore di ciascun termine scientifico e il testo dove è apparso per la prima volta: ad esempio, fermione è stato coniato da Bruno Pontecorvo nel 1962 e, come indicato anche nell’articolo di Ahmad e Musacchio, è stato Fermi a introdurre chain reaction nella terminologia scientifica inglese.