Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Sockmageddon!

Ho trovato molto divertente il neologismo americano sockmageddon, la battaglia campale che si combatte contro i calzini per lavarli e poi appaiarli.

Sockmageddon è una parola formata da sock, calzino, con l’elemento suffissale –mageddon (anche –geddon), da armageddon. È un tipo di formazione recente e molto produttiva, usata soprattutto dai media per descrivere in modo iperbolico situazioni estreme e potenzialmente catastrofiche, come ad es. Mobilegeddon e snowmageddon. L’associazione di sock + armageddon in forma scritta può richiamare anche la parola shock, che rafforza il messaggio e rende indimenticabile il neologismo.

nq140712
Vignetta: Non Sequitur.

Un altro elemento suffissale di uso e significato simili a –mageddon è –[po]calypse, da apocalypse. Esempi:  XPocalypse e snowpocalypse.

Vedi anche: Twitterati, hackathon, mansplain? → Libfix! (nuovo nome per gli elementi formativi usati per creare neologismi informali)

Tag: ,

Non sono consentiti commenti o ping.

5 commenti a “Sockmageddon!”

  1. 30 luglio 2015 14:32

    Wilson:

    Invece nel paradiso dei calzini non c’è pena se non sei con me 😉 (cit)

  2. 31 luglio 2015 09:23

    efano:

    Interessante, culturalmente, che da noi i calzini se li “mangia” la lavatrice, mentre in America (secondo la vignetta) l’asciugatrice.

  3. 1 agosto 2015 00:29

    Licia:

    @Wilson, grazie :). Per chi come me non conosceva la canzone di Vinicio Capossela: https://youtu.be/gTBisUYfF-E

    @efano, lavatrice anche nel resto d’Europa ;-), perlomeno a giudicare dalla vignetta ricevuta da un’amica spagnola:

  4. 2 agosto 2015 01:20

    Silvia Pareschi:

    Io ne ho un grande terrore, ma per Mr K è una delle parole più brutte che abbia mai sentito, insieme a “pizzamonium”.

  5. 5 agosto 2015 10:37

    Licia:

    @Silvia, Pizzamonium mi mancava! E che dire di Sharknado e, su quella scia, Tsharknami, Sharkalance e così via?

    Il mio post di ieri è proprio sui nuovi suffissi creativi dell’inglese: Twitterati, hackathon, mansplain? → Libfix!