Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Bono, rockstar e Mamil

Commentando un rovinoso incidente in bicicletta, Bono (U2) ha ironizzato sul proprio orgoglio irlandese ferito dalla rivelazione che indossava pantaloncini in Lycra

“I broke my hand, my shoulder, my elbow and my face but the real injury this year was to my Irish pride as it was discovered that under my tracksuit I was wearing yellow and black Lycra cycling shorts. Yes, LYCRA. This is not very rock ‘n’ roll.

mamilMi ha fatto subito pensare a MAMIL /ˈmamɪl/, l’acronimo inglese di Middle Aged Man in Lycra. Descrive i ciclisti della domenica dai 40 anni in su che sfoggiano abbigliamento e biciclette da professionisti: dettagli in un articolo della BBC, Rise of the Mamils.

Il neologismo ha avuto parecchio successo ed  è ormai usato come sostantivo. Per Oxford Dictionaries la sua origine è australiana* ma con riferimento a costumi da nuoto, per altri invece è stato coniato nel 2010 da un’agenzia di marketing britannica.
.

* come i famigerati budgie smugglers (c’entrano costumi e uomini non più giovanissimi)

Tag: , ,

Non sono consentiti commenti o ping.

4 commenti a “Bono, rockstar e Mamil

  1. 5 gennaio 2015 20:38

    Marco B.:

    In realta’ la Lycra – col nome Spandex, che e’ piu’ American English – e’ molto rock anni ’80, da Aerosmith a Van Halen non indossavano che tutine e capelli cotonati… ma in quel periodo Bono preferiva i gilet di pelle (e aveva i capelli cotonati pure lui).
    Ho letto il tuo post dopo che da bravo middle aged man sono tornato dalla corsetta al parco, con ancora addosso i leggins. Situazione ironica o fantozziana?

  2. 5 gennaio 2015 23:29

    Licia:

    @Marco B. 😀

    not cool!Non ho mai osservato attentamente i ciclisti italiani di mezza età, però non credo di aver mai notato nulla di raccapricciante (la fonte dell’immagine qui a destra è inglese!) e forse non è casuale che in Italia non ci sia mai venuto in mente di inventarci una parola per descriverli.

    Probabilmente aiuta anche la scelta dei colori: difficilmente un italiano abbina combinazioni che attirano negativamente l’attenzione, mentre gli stranieri si pongono meno il problema. Lo vedo sulle piste di sci di fondo: molti svizzeri si riconoscono a distanza, e non aggiungo particolari!

    Intanto, una coincidenza curiosa: proprio oggi il sito americano Word Spy ha pubblicato The New Words of the Year e ha scelto MAMIL come parola più divertente. La descrizione cita anche un equivalente femminile:

    The female equivalent is sometimes referred to as a “middle-aged mum (or mom) in Lycra,” but the more common term is MAWIL, “middle-aged woman in Lycra”.

  3. 6 gennaio 2015 22:40

  4. 6 gennaio 2015 23:08

    Licia:

    @Stefano 😀 (bonus: la ricerca che hai fatto)

    Riporto qui il brano di Stefano Benni:

    (pare che tra i ciclisti ultrasessantenni circoli molto EPO)