Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Refusi e legge di Muphry

Un noto quotidiano italiano ha commentato i problemi di ortografia nel documento sulla buona scuola con questo testo:

Refuso: L’origine degli errori […] pottrebbe essere di tipo informatico

Il refuso mi ha subito fatto pensare alla cosiddetta Muphry’s law, già citata in Correttori ortografici ed effetto Cupertino: chi scrive un testo per criticare l’ortografia o la scrittura altrui farà degli errori, che risulteranno lampanti per tutti fuorché il loro autore. È chiaro il riferimento alla notissima legge di Murphy: se qualcosa può andare storto, lo farà.

C’è chi teme la legge di Muphry in modo morboso: in inglese è il typochondriac, che rivede in continuazione i testi che scrive, ossessionato dal pensiero di possibili refusi (typo).

Typochondria: “YOU NEED TO STOP WORRYING SO MUCH ABOUT MAKING A SPELLING MISTAKE, DEAR… YOU’RE BECOMING A TYPOCHONDRIAC!”

Vedi anche: #refusando in inglese: fat finger, thumbo e twypo

Tag: ,

Non sono consentiti commenti o ping.

Un commento a “Refusi e legge di Muphry”

  1. 6 settembre 2014 22:05

    Mauro:

    Muphry… un plauso all’autoironia, merce rara oggidì 😉