Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

collaborator ≠ collaboratore

notizia dal sito di Rai News, 23 agosto 2014: Hamas “ha giustiziato altri quattro presunti collaboratori” di Israele, scrive l'agenzia palestinese Maan. […]  Ieri Hamas ha ucciso altri 18 sospetti collaboratori di Israele a Gaza.Nei giorni scorsi alcuni media hanno riportato la notizia, tradotta dall’inglese, che a Gaza alcuni presunti collaboratori di Israele erano stati giustiziati da Hamas.

Non hanno considerato che in inglese la parola collaborator ha due accezioni:
1 neutra, chi partecipa a un progetto o a un’attività, e 2 negativa, un traditore che svolge attività per il nemico.

A causa di 2, le guide di stile americane per la scrittura tecnica includono collaborator tra le parole non politicamente corrette, da evitare sostituendola con coworker o colleague.

In italiano sarebbe un’indicazione irrilevante perché disponiamo di due allotropi o doppioni, collaboratore, che ha accezioni neutre o positive (cfr. collaboratore di giustizia) ed è simile a 1 in inglese, e collaborazionista, spregiativo, che indica attività svolte apertamente a favore dello straniero che ha invaso il proprio paese o, nell’uso politico metaforico più recente, chi fa parte dell’opposizione ma collabora con il governo. Distinguiamo inoltre tra collaborazione e collaborazionismo.

Nell’uso inglese contemporaneo di collaborator (2), specialmente se l’identità non è nota, il concetto è meglio rappresentato in italiano da informatore (cfr. informer), mentre nel contesto storico della seconda guerra mondiale collaborator (2) e collaborazionista si equivalgono.
.

Vedi anche: Whistleblower, un concetto poco italiano, per un confronto tra informatore, gola profonda, talpa e spifferatore.

Tag:

Non sono consentiti commenti o ping.

Non si possono aggiungere commenti.