Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Segnaletica di montagna

cartello con figura stilizzata a braccia aperteHo visto diversi esemplari del cartello della foto in Val D’Ultimo (BZ).

Non c’è dubbio che si tratti di un segnale di divieto.

Anche il simbolo è chiaro, una figura umana stilizzata, ma qual è l’attività non consentita che rappresenta?

Prima di indicare a cosa si riferisce, sarei curiosa di sapere che interpretazione ne dà chi non l’ha mai visto.


Vedi anche:
Divieti svizzeri e
Pericoli sull’Appennino bolognese
.

Tag: , ,

Non sono consentiti commenti o ping.

17 commenti a “Segnaletica di montagna”

  1. 3 marzo 2014 09:13

    Silvia Pareschi:

    Vietato fare l’angelo di neve? Ma perché dovrebbe essere vietato?

  2. 3 marzo 2014 10:08

    Filippo:

    Per caso ci sono degli hippie nella zona? Potrebbe volere dire “Vietato abbracciare gli alberi”. 😉

  3. 3 marzo 2014 10:22

    Ivo Silvestro:

    Trattandosi di località sciistica, azzardo un “vietato passare a piedi”. Non molto chiaro, anche se il contesto potrebbe aiutare la comprensione.

  4. 3 marzo 2014 12:06

    Marco:

    Non che lo capisca dal pittogramma del cartello, ma a senso direi Non stazionare sotto gli alberi (per evitare cadute di neve o persino di rami che si spezzano a causa del peso della neve).

  5. 3 marzo 2014 12:22

    Flavio Pas:

    Ciao Licia, l’unica cosa sensata che mi viene in mente è un “vietato allargare le braccia”. Contestualizzando su una pista boschiva potrebbe avere un senso. (Ricordo divieti simili negli scivoli acquatici per esempio)
    Però non mi convince. Di sicuro c’è che è poco intuitivo per un osservatore esterno.

  6. 3 marzo 2014 12:30

    Licia:

    Per ora non confermo ancora nulla ma aggiungo due commenti da Twitter:

  7. 3 marzo 2014 15:21

    Stefano:

    Vietato spetasciarsi contro l’albero?

  8. 3 marzo 2014 17:33

    BEP:

    Io lo interpreto come un divieto totale di accesso.

  9. 3 marzo 2014 18:46

    Ivo Silvestro:

    Attenti agli spaventapasseri?

  10. 3 marzo 2014 19:31

    Licia:

    Intanto su Twitter:


    Io invece aggiungo un dettaglio, lo stesso cartello ma in un altro contesto (tempo pessimo):

    Un vecchio post: snow angel.

  11. 3 marzo 2014 19:44

    Monica:

    Enzo dice che e’ vietato allargare le braccia sciando perche’ le piste sono troppo vicine e c’e’ rischio di toccare un alto sciatore. Emma invece pensa che non si possa fare pipi’ vicino agli alberi.

  12. 3 marzo 2014 20:07

    franki:

    Ciao! Questa la so! “in caso di incidente vietato spalmarsi (nel senso di rimanere attaccati) su questo albero”. …no,eh? :). Franki

  13. 4 marzo 2014 00:32

    Marco 1:

    Vietato inoltrarsi a piedi senza opportuni accorgimenti (sci? Altre calzature da neve? Purtroppo non me ne intendo), magari per il pericolo di sprofondare nella neve stessa.

    No, eh?

  14. 4 marzo 2014 01:34

    Flavio Pas:

    Divieto di fermarsi? (secondo tentativo)

  15. 4 marzo 2014 11:28

    Mario:

    Il cartello…. E’ CHIARISSIMO!!!!!
    Il cerchio rosso rappresenta il divieto (ovvio, no?); lo sfondo bianco…. la neve; l’omino…… l’omino; quindi: VIETATO SDRAIARSI SULLA NEVE!!!!!!!!!!!!!!

  16. 4 marzo 2014 13:25

    Licia:

    Grazie a tutti per i commenti! Il significato del cartello è stato indovinato da Ivo Silvestro nella prima delle sue risposte: divieto di transito dei pedoni (sulla pista di sci di fondo).

    Questa discussione mi è piaciuta molto e l’ho usata come spunto per un nuovo post, Simbolo arbitrario, concetto poco chiaro, in cui sottolineo anche l’importanza del contesto: vedere il cartello vicino a un albero o in mezzo alla neve, senza sapere se si trova in un luogo generico o destinato a un attività specifica (lo sci di fondo) e dove sia posizionato, ad es. in un tratto piano o vicino a un pendio, condiziona molto le possibili interpretazioni. 🙂

  17. 4 marzo 2014 13:59

    Licia:

    Aggiorno con un altro commento divertente:

    E ancora un altro scambio: