Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Il “bungalow” di Kurt Cobain

Ho sentito alla radio che negli Stati Uniti è in vendita il bungalow dove ha vissuto il cantante dei Nirvana Kurt Cobain durante l’infanzia. Credo che molti ascoltatori italiani abbiano pensato alle casette di una o due stanze per le vacanze, tipiche dei villaggi turistici, e probabilmente abbiano immaginato un ambiente alquanto angusto per la vita di tutti i giorni.

In inglese però bungalow ha un significato diverso: identifica una casa che ha solo il piano terra ed eventualmente un ulteriore piano mansardato, e che quindi può avere anche parecchie stanze.

immagine della casa di Curt Cobain


Aggiornamento gennaio 2018, via @GLOC247 – È scomparso Ingvar Kamprad, il fondatore dell’IKEA, e nel descriverne la vita senza sfarzi molti media italiani hanno usato fonti in inglese e ancora una volta si sono fatti trarre in inganno dalla parola bungalow.

Due tra i tanti esempi: “nonostante fosse uno degli uomini più ricchi del mondo ha vissuto a lungo con sua moglie in un bungalow in Svizzera”, [viveva] “in un modesto bungalow”. Anche in questo caso si trattava invece di una casa a un piano:

foto del “bungalow”di Ingvar Kamprad in Svizzera

Foto: Daily Maily, pessimo quotidiano inglese che vari media italiani usano spesso come fonte.


Ho aggiunto bungalow al mio Elenco di falsi amici. Vedi anche: il patio ≠ el patio ≠ the patio

Tag:

Non sono consentiti commenti o ping.

2 commenti a “Il “bungalow” di Kurt Cobain”

  1. 25 settembre 2013 17:41

    Filippo:

    Viveva in un “buco”.

  2. 26 settembre 2013 00:42

    Mauro:

    Ce lo compriamo?
    Una stanza io e una te 😉
    Saluti,
    Mauro.