Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Volgarizzazione dei marchi

More than just brands (TermCoord) fa diversi esempi di volgarizzazione del marchio, il processo per cui alcuni marchi registrati sono così efficaci che vengono usati come se fossero nomi comuni. Esempi in inglese: hoover (aspirapolvere), bubble wrap (plastica a bolle), jacuzzi (idromassaggio).

pennarelliNei commenti ho aggiunto alcuni esempi per l’italiano. Forse non è noto a tutti che in origine erano marchionimi anche pennarello (penna a feltro o colore a spirito), piumone (imbottita o trapunta di piuma), candeggina (varechina) e gommapiuma (poliuretano espanso elastico).

Vedi anche: Marchionimi e terminologia (distinzione linguistica tra marchi forti e deboli), Facebook, face, book e marchi registrati (esempi di volgarizzazione di marchi americani) e Ma “pimer” che lingua è? (da dove deriva il nome minipimer).

Tag:

Non sono consentiti commenti o ping.

6 commenti a “Volgarizzazione dei marchi”

  1. 16 luglio 2013 20:10

    Alice:

    Ricordo che qui da me un tempo si usava “Yomo” per dire yogurt.

  2. 16 luglio 2013 22:40

    Mauro:

    Beh, Jacuzzi per dire idromassaggio si usa anche in Italia e Germania, non solo in paesi anglofoni.
    Saluti,
    Mauro.

  3. 17 luglio 2013 00:05

    Licia:

    @Alice, una curiosità: la Yomo per caso è un’azienda della zona?
    @Mauro, però in italiano si continua comunque a dire idromassaggio mentre in inglese jacuzzi ha praticamente sostituito whirlpool bath, inoltre credo che in italiano ci sia la consapevolezza che Jacuzzi è un marchio, a differenza di piumone, pennarello ecc. che non vengono più riconosciuti come tali.

  4. 17 luglio 2013 20:33

    Alice:

    Non credo. Esiste ancora e, se nulla è cambiato, fa capo alla Granarolo (Bologna).

  5. 17 luglio 2013 21:41

    Licia:

    @Alice, scusa, non mi sono spiegata bene. Intendevo chiederti se la zona dove lo yogurt viene chiamato “yomo” è la stessa dove ha sede la Yomo.

  6. 24 luglio 2013 11:03

    Alice:

    Sì, avevo capito, ma non ho specificato che sono di Torino. Se le cose non sono cambiate nel frattempo (e parlo di un paio di decine d’anni), la zona è diversa 🙂
    Credo dipendesse più dall’influenza della pubblicità in televisione.