Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Internazionalismi: espresso

In linguistica il termine internazionalismo (internationalism) può indicare un prestito adottato contemporaneamente in più lingue, per esempio vari termini inglesi dell’informatica o di innovazioni tecnologiche, come Wi-Fi, riferimenti a eventi globali, come tsunami, oppure parole che descrivono tradizioni, cibi e strumenti tipici di una particolare cultura (cfr. alcune parole indiane e italiane usate in inglese e altre lingue).

In ambiti non specializzati l’equivalenza è raramente totale e spesso si tratta di prestiti parziali: vengono accolte o privilegiate solo alcune accezioni della lingua di origine.

geranium maculatum Espresso

Ci ho pensato sentendo le perplessità di un’appassionata di geraniacee sul nome dato alla varietà Espresso, “che invece cresce molto lentamente”.

In realtà il geranio (foto sopra) si chiama così perché ha foglie violacee, tendenti al marrone. In altre lingue il riferimento al caffè è palese perché espresso è unicamente un sostantivo che identifica una bevanda scura, mentre in italiano può prevalere l’interpretazione come aggettivo, con accezioni e associazioni alquanto diverse.

Era capitato anche a me con Espresso, uno strumento di localizzazione. Ci avevo messo un po’ a rendermi conto che ai miei colleghi (non italiani) il nome faceva pensare al caffè e non a una velocizzazione delle attività come a me, ma era stato un esempio utile per le valutazioni di globalizzazione: mai dare per scontato che gli internazionalismi abbiano le stesse connotazioni ed evochino le stesse associazioni in tutte le lingue.
.

Altri esempi di equivalenza parziale: 
Pasta salad e insalata di pasta
 “Blogorrhea” e “blogorrea” sono la stessa cosa?
il patio ≠ el patio ≠ the patio

Tag: ,

Non sono consentiti commenti o ping.

2 commenti a “Internazionalismi: espresso”

  1. 17 aprile 2013 22:39

    Francesco:

    Beh, “espresso” è anche un treno che da noi è tutto fuorché veloce…a questo punto meglio chiamarlo “geranio”! 😀

  2. 18 aprile 2013 00:03

    Licia:

    @Francesco, così poco veloci che non arrivano neanche più! 😉
    Scherzi a parte, oggi un’altra persona, dopo aver letto questo post, mi faceva notare un aspetto diacronico: probabilmente per i più giovani, che non hanno mia viaggiato su un treno espresso e non hanno mai ricevuto un espresso ma sono stati all’estero e apprezzano prodotti come Nespresso, l’associazione con il caffè è più probabile.