Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Second screen e secondo schermo

second screeningIn inglese second screening descrive la pratica di guardare un programma alla televisione (first screen, lo schermo principale) e contemporaneamente usare uno smartphone o un tablet o altro dispositivo (second screen, lo schermo aggiuntivo) per commentare sui social media quanto si sta guardando oppure per interagire con il programma grazie a specifiche app delle reti televisive.

E in italiano? Il calco secondo schermo coesiste con il prestito second screen e per il momento non si riesce ancora a capire se prevarrà la soluzione più funzionale o una pigra anglomania. Tanto per fare un esempio, la RAI ha optato per second screen e spiega i servizi della propria social TV con descrizioni come “[…] in modalità second screen (second screen perché il first screen è la televisione con la diretta e la Social tv è su pc o tablet)”.


In inglese l’azione di guardare un programma televisivo e intanto discuterlo online ha anche altri nomi, che evidenziano caratteristiche diverse del concetto, come media meshing (il verbo mesh esprime l’idea di collegare due cose per farle lavorare assieme) e chatterboxing (chatter sono le conversazioni in cui si parla del più e del meno, box è un termine informale per il televisore).

Il second screening è un tipo particolare di multi-screening, l’uso di più dispositivi contemporaneamente (simultaneous media use) oppure sequenzialmente, descritto anche come media stacking, screen-stacking o semplicemente stacking (da stack, “ammucchiare”).

the two modes of multiscreening

Vedi anche: Social, uno pseudoprestito
.

Tag: , ,

Non sono consentiti commenti o ping.

Non si possono aggiungere commenti.