Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Divieti svizzeri

immagine cartelloQuesto segnale di divieto è stato fotografato in un autobus di linea a Sankt Moritz, l’esclusiva località di villeggiatura in Alta Engadina.

Il simbolo è inconsueto ma il significato pare chiaro. Rimane da domandarsi che tipo di passeggeri viaggino sui mezzi locali, forse boscaioli o falegnami particolarmente entusiasti del proprio lavoro?!?

Ringrazio Massimo per la foto, che ho aggiunto ad altre di cartelli insoliti.
..

Tag: , ,

Non sono consentiti commenti o ping.

16 commenti a “Divieti svizzeri”

  1. 26 ottobre 2012 09:08

    Silvia Pareschi:

    Eccolo, Licia, non vedevo l’ora 🙂
    Chissà se qualcuno sa cosa vuol dire!

  2. 26 ottobre 2012 15:45

    Francesco:

    In effetti questo è “maliziosamente interpretabile”… 😀

    Mi ha ricordato subito quelli (involontariamente) divertenti sparsi nei bagni di tutto il mondo! In molti si scade un po’ nel volgare, ma il mio primo pensiero è stato per la stranezza di questo! 🙂

  3. 26 ottobre 2012 21:49

    Rose:

    Io penso che voglia dissuadere da generici atti di vandalismo. Spesso i ragazzi, purtroppo, vanno in giro con taglierini e cose del genere. Se poi pensiamo ai famosi coltellini svizzeri, praticamente un piccolo compendio da cucina e falegnameria…
    http://webmeccano.files.wordpress.com/2008/03/sw_originale.jpg?w=468

    Quello segnalato da Francesco credo sia un divieto di salire coi piedi sulla tazza del water. Conoscevo un tipo che affermava di farlo per motivi igienici. Che dire, non aveva tutti i torti, solo che la cosa richiede doti atletiche. 😉

  4. 26 ottobre 2012 23:04

    Silvia Pareschi:

    Rose, credo che tu abbia indovinato, mi sembra proprio plausibile! Certo, la sega è un po’ ridicola…

  5. 26 ottobre 2012 23:05

    Silvia Pareschi:

    (Scusa Licia se mi sono intromessa, ma la curiosità che mi suscita questo cartello è troppo forte!)

  6. 27 ottobre 2012 00:06

    Licia:

    @Rose e Silvia, chi l’avrebbe mai detto che in Svizzera hanno tali problemi di vandalismo?!? Con quegli incredibili coltellini svizzeri si può proprio fare di tutto!!! 

    (sotto il segnale c’è una scritta in tedesco, probabilmente la spiegazione, ma nella foto si riescono a leggere solo alcune lettere; se quest’inverno vado in Engadina, proverò ad indagare)

    @Francesco, davvero, i cartelli dei bagni possono essere molto divertenti… a meno che non si abbia a che fare direttamente con il problema che cercano di evitare (mi vengono in mente alcuni personaggi dalla pessima mira in case da studenti che avevo condiviso all’estero) ;-).

    Su water e affini c’è anche un vecchio post, E-Bidet e differenze culturali.

  7. 27 ottobre 2012 10:34

    Nautilus:

    A proposito di mira… credo di aver già citato da qualche parte il fatto che molti anni fa all’aeroporto Schipol di Amsterdam si è trovata una soluzione molto singolare, efficace ed economica: applicare al centro degli orinatoi maschili l’adesivo di una mosca. Inutile dire che la parte più antica del cervello (detta “cervello rettile”) ha indotto i rappresentanti del mio sesso a… non poter fare a meno di ingaggiare una battaglia contro il finto insetto.

  8. 27 ottobre 2012 16:26

    Nautilus:

    Qui la soluzione dell’enigma: http://www.newlyswissed.com/?p=5340. La scritta si può tradurre come segue: il danneggiamento delle dotazioni/infrastrutture/equipaggiamenti ha conseguenze penali.

  9. 27 ottobre 2012 16:50

    Francesco:

    @Rose: assolutamente sì, il cartello significa esattamente quello…ma per quanto mi riguarda è semplicemente assurdo ricordare la cosa (anche se leggo che esiste davvero gente che usa questo “metodo”)! 😮

    @Nautilus:

    In effetti è una trovata geniale, e la cosa più bella è che c’è davvero una spiegazione “scientifica” dietro!!

  10. 27 ottobre 2012 23:39

    Licia:

    @Nautilus, grazie, anche per il link a tutti gli altri cartelli!! 🙂

  11. 30 ottobre 2012 12:43

    Piergiorgio:

    sotto c’è scritto “il danneggiamento delle infrastrutture ha conseguenze penali”, poi possiamo discutere all’infinito sulla grafica del cartello, ma ha ottenuto il suo effetto, se ne parla…
    Eh si anche in Svizzera abbiamo i vandali, tutto il mondo è paese

  12. 30 ottobre 2012 12:49

    Licia:

    @Piergiorgio, grazie anche a te.
    È definitivamente esclusa l’ipotesi che il cartello potesse voler dire “vietato produrre segatura” ;-).

  13. 2 novembre 2012 20:34

  14. 2 novembre 2012 22:38

    Licia:

    @Luciana, grazie, davvero insoliti anche gli altri segnali di divieto, in particolare questo che ho recuperato partendo da una ricerca che includeva la parola chiave banana: 😉

    Reisen Sie immer mit einem gültigen Fahrausweis

    Per chi non parla tedesco, la scritta dice di viaggiare sempre con un biglietto valido (o, per essere più precisi, “titolo di viaggio”, come direbbe ATM a Milano!).

  15. 3 novembre 2012 16:39

    BEP:

    Quelli che ha trovato Luciana sono gli avvisi sui tram di Zurigo (dove abito da qualche anno). Ho trovato un paio di altre foto:

    http://www.travelblog.org/Photos/248959
    http://easteatswest.typepad.com/east_eats_west/2006/06/the_swiss_menta.html
    http://www.newlyswissed.com/?p=5340

    Più o meno dice: “Non vogliamo dover riempire il tram di cartelli di divieto”, e in piccolo, “Perciò elenchiamo qui brevemente le regole più importanti”.

    Comunque non capisco i “problemi di interpretazione” che vedo nell’articolo e nei commenti. Mi sembra piuttosto evidente: hanno voluto fare dei cartelli spiritosi, e secondo me il risultato è buono e il messaggio passa comunque.
    Da notare che in un’immagine si vede il suonatore vestito con abiti inequivocabilmente latinoamericani, particolare che poi si è scelto di eliminare.

  16. 3 novembre 2012 20:50

    Licia:

    @BEP, grazie per gli esempi, specialmente nell’ultimo link: ce ne sono di davvero spiritosi e quindi diventano ancora più divertenti perché contrastano con lo stereotipo degli svizzeri seriosi. Ma non oso immaginare le reazioni politically correct al messicano cantante!

    PS Ho un debole per i cartelli insoliti e dopo quello sul coniglio anche questo post voleva essere scherzoso. Ho cercato di segnalarlo con la punteggiatura enfatizzata (?!?) e il tag silly season.