Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

“nato di luglio”

calura estivaDurante una serata tra amici qualcuno ha domandato quale fosse il mese dell’anno che ci piaceva di meno. Sono stata l’unica a rispondere “luglio”, in controtendenza rispetto a chi invece trova insopportabile uno dei mesi invernali.

Ho anche scoperto che nessuno aveva mai sentito un modo di dire usato da una delle mie nonne, veneta della provincia di Treviso, che in dialetto descriveva come nato di luglio chi si rivelava poco affidabile o non aveva voglia di far niente, probabilmente perché si pensava che nascere in un periodo di caldo stremante non presagisse bene. [Aggiornamento: altri dettagli nei commenti]

Sarei curiosa di sapere se questa insolita espressione fosse usata anche altrove.

Tag:

Non sono consentiti commenti o ping.

12 commenti a ““nato di luglio””

  1. 31 luglio 2012 22:59

    Mauro:

    Sinceramente… mai sentita (nato a Genova da madre pavese e padre istriano, per chiarire la geografia).

    Saluti,

    Mauro.

  2. 1 agosto 2012 08:23

    Rose:

    Mi sembra di non averla mai sentita nemmeno io, qui nel bresciano, ma neppure in altre località italiane dove ho vissuto.

    Ho visto che non si può commentare il post precedente. Spero che qualche mio conterraneo che soddisfi i requisiti lo legga 😀

  3. 1 agosto 2012 09:36

    Paolo:

    Per essendo veneto questa è un’espressione che non ho mai sentito. comunque cercando la frase in veneto ho trovato questo:

    “Nato de lujo”, era un appellativo frequente nei tempi passati. Usato per dare, bonariamente, del bricconcello. La frase intera sarebbe: nato de lujo, par no pagar la comare! Cioè, per non spendere i soldi della levatrice (quando si nasceva in casa), dato che il caldo del mese agevola il travaglio. Nell’espressione si equivocava sui termini lujo e luja, maiala, dunque propriamente figlio di… Sempre, tuttavia in tono scherzoso, come del resto nell’altro modo di dire: nato d’on can! Che magari può assumere anche un significato di ammirazione per la persona.

    Fonte: http://www.sanpantalon.it/joomla/images/foglietti/Foglietto%20n.%20181.pdf

  4. 1 agosto 2012 10:17

    Licia:

    grazie a tutti per i commenti, in particolare a Paolo per il riferimento (non saprei proprio come scrivere il dialetto veneto!). Immaginavo fosse un’espressione desueta e probabilmente geograficamente ristretta, davvero interessante la differenza di significato che la può rendere quasi un complimento (sicuramente incuriosirà molto anche i miei genitori e i miei zii, da cui avevo sentito l’espressione e la spiegazione).

  5. 1 agosto 2012 10:57

    Marco:

    Bel post, lo dico perché sono nato de lujo 😉
    Però o sono l’eccezione che conferma la regola o il fatto che i nati di luglio siano poco affidabili e non abbiano voglia di far niente non corrisponde a verità 🙂
    Trovo molto piacevole leggere su questo blog post terminologici molto scientifici e altri più leggeri, come le curiosità di questo tipo.

  6. 1 agosto 2012 12:15

    Licia:

    @Marco, grazie e soprattutto AUGURI, anche se con qualche giorno di ritardo (happy belated birthday) 🙂

  7. 1 agosto 2012 18:55

    Nautilus:

    Sul fronte Milanese e su quello Lituano segnalo che non abbiamo mai sentito espressioni di questo tipo.

  8. 3 agosto 2012 00:47

    Francesco:

    Non è proprio uguale al 100%, ma l’espressione mi ha ricordato una cosa simile che diciamo in terronia, ossia “essere dell’uno” (fa strano scriverlo in italiano, perché lo si dice in dialetto)….è un sinonimo di “essere stupido, essere tardo, essere un po’ lento (di cervello)”, e da quel che mi hanno tramandato si riferisce all’anno 1, cioè il 1901. Pare che venissero chiamate così le giovani reclute durante la prima guerra mondiale: facendo due conti, “quelli dell’uno” all’inizio della guerra avevano solo 14 anni, e per questo erano meno esperti, più ingenui. Da qui, dunque, l’espressione “seipropriodelluno”!

    Non è un mese specifico, ma un anno in particolare…siamo più o meno lì, il senso è quello! 😀

  9. 5 agosto 2012 19:32

    Emanuela:

    Vorrei ringraziare Francesco per il suo commento sull’espressione “sei dell’uno”. Essendo nata e cresciuta in provincia di Bari l’ho sentita moltissime volte, ma prima di oggi non ne conoscevo l’origine. Grazie 🙂

  10. 6 agosto 2012 00:37

    Licia:

    @Francesco, grazie anche da parte mia. Non avevo mai sentito questa espressione ma dà proprio l’idea di essere efficace anche se non più “trasparente”.

  11. 8 agosto 2012 01:13

    Francesco:

    @Emanuela: fa piacere averti chiarito l’origine di questa “strana” espressione…d’altronde è il bello dei blog di qualità! 😀
    Ma diciamo la verità: il detto scritto in italiano non si può vedere…molto meglio l’espressione in dialetto, vero? 😀

  12. 27 gennaio 2015 14:49

    gigi (nato de luglio):

    Io sono della provincia di Treviso, E in dialetto nato di luglio sta per essere una persona fuori dai canoni. Mi dicono che fa riferimento al carattere dei gatti, sembra che quelli nati in luglio siano più deboli e meno socievoli. Ve la vendo per come me l’hanno raccontata.