Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Rossini, le rane e il 29 febbraio

L’inglese è una lingua ricchissima di parole, al punto che ce n’è addirittura una, leapling, per descrivere chi è nato il 29 febbraio di un anno bisestile (leap year) e si ritrova a dover saltare (leap) tre compleanni su quattro.

In inglese l’anno bisestile è spesso simboleggiato da una o più rane salterine, come nel doodle di Google che oggi, 29 febbraio 2012, è dedicato a Gioachino Rossini, il più famoso leapling italiano (nato a Pesaro il 29 febbraio 1792).

doodle su Gioacchino Rossini

Altre due parole del giorno: in inglese il 29 febbraio è un intercalary day (aggettivo usato quasi esclusivamente con riferimento al calendario, a differenza dell’italiano intercalare); un termine altrettanto specifico è bissextile year, la cui etimologia è il tardo latino bis+sextus “due volte sesto”, secondo l’uso romano di contare due volte negli anni bisestili il 6° giorno avanti le calende di marzo, cioè il 24 febbraio.


Aggiornamento 29 febbraio 2016 – Il doodle di Google di oggi appare in quasi tutte le versioni del sito, non solo in inglese:

È molto carino ma la metafora del salto (leap) è trasparente solo per chi sa che in inglese l’anno bisestile si chiama leap year. Si può notare anche un collegamento lessicale alle rane (frog) del doodle di 4 anni fa, forse casuale: la cavallina del coniglio 29 sull’1 in inglese si chiama leapfrog, parola usata sia come verbo che sostantivo.

Un dettaglio curioso dal sito di Google: 2016 è 11111100000 nella numerazione binaria.

Tag: , ,

Non sono consentiti commenti o ping.

11 commenti a “Rossini, le rane e il 29 febbraio”

  1. 29 febbraio 2012 15:10

    Rose:

    Io conoscevo solo il leap year.

    Molto interessante, Licia. Imparo sempre cose nuove.

    Bello il post sul doodle. Il tuo sito è come le scatole cinesi. 🙂

  2. 29 febbraio 2012 15:17

    Rose:

    Ah! però c’è anche il doodle di Yankee doodle! 😀

  3. 29 febbraio 2012 15:45

    Licia:

    @Rose, grazie. Immagino tu volessi commentare il post sull’evoluzione della parola doodle ma ho dovuto lasciare aperti i commenti solo per i post più recenti perché sto ricevendo quantitativi industriali di spam (il filtro funziona ma a volte include commenti veri, quindi devo sempre controllare).

    La parola doodle in Yankee Doodle va intesa con il significato di “sempliciotto”, come spiega Wikipedia:

    The meaning "fool, simpleton" is intended in the song title "Yankee Doodle", originally sung by British colonial troops prior to the American Revolutionary War. This is also the origin of the early eighteenth century verb to doodle, meaning "to swindle or to make a fool of". The modern meaning emerged in the 1930s either from this meaning or from the verb "to dawdle", which since the seventeenth century has had the meaning of wasting time or being lazy.

  4. 29 febbraio 2012 20:53

    Rose:

    Grazie, Licia.
    Approfondendo Yankee doodle, ho scoperto il significato di ‘macaroni’. Io pensavo fosse un riferimento all’Italia, e lo è, ma risalendo davveeeero indietro. Simpatica la ‘macaroni wig’ e tutta la spiegazione su Wiki.

  5. 1 marzo 2012 08:20

    Silvia Pareschi:

    Bello il commento di Rose sulle scatole cinesi. Sono d’accordo!

  6. 1 marzo 2012 11:37

    Licia:

    🙂

    Grazie Rose e Silvia!

    A me fa un po’ uno strano effetto perché ormai alcuni post ho dimenticato di averli scritti (le statistiche dicono che finora sono 612 e, guarda caso, proprio oggi sono tre anni che scrivo qui, dopo avere iniziato altrove)…

  7. 2 marzo 2012 08:05

    Rose:

    Allora, buon anniversario, Licia! Trovo che ci voglia parecchio impegno nel mantenere vivo un blog. Il tuo è altamente specialistico (o sono io che ho molti limiti) ma tu riesci a dosare seriosità e leggerezza, rendendolo accattivante anche per i non addetti ai lavori, come me.

  8. 2 marzo 2012 09:03

    Licia:

    Grazie Rose.

  9. 2 marzo 2012 20:42

    Silvia Pareschi:
    Buon anniversario! Ci “vediamo” al tuo webinar.

  10. 3 marzo 2012 15:44

    Francesca:

    grazie Licia, non conoscevo il particolare delle rane, ma immaginavo ci fosse un collegamento. Secondo te perchè Google Italia ha proposto il doodle con questo riferimento anglosassone? Credo che molti italiani si siano chiesti il perchè dell’abbinamento Rossini/rane! ciao

  11. 4 marzo 2012 23:49

    Licia:

    @Francesca, avevo visto il doodle su google.com, versione in inglese, e quindi avevo immaginato che la priorità di Google fosse quella di festeggiare il 29 febbraio, a cui era poi stato aggiunto l’anniversario della nascita di Rossini (i proverbiali due piccioni con una fava :-D). Ho avuto la conferma nella pagina di Google sui Doodle: la combinazione rane+Rossini è stata usata quasi ovunque, dall’Asia all’Africa, non solo in Italia. Ci sono anche le immagini preliminari con alcune note dell’autore del doodle qui.

    Mercoledì scorso questo post ha avuto centinaia di visualizzazioni in seguito a ricerche su Rossini e rane, sicuramente un abbinamento che ha incuriosito molti italiani!

    @Silvia: grazie, ormai non manca molto!