Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Trenitalia o Trenispagna?

Trenitalia ha rinnovato il proprio sito e ora si possono acquistare biglietti solo per le Frecce: i famigerati treni regionali sono ignorati dai risultati di ricerca.

Dov’è Lugo?

Cercando un treno da Lugo (cittadina in provincia di Ravenna) a Bologna ho comunque ottenuto un risultato curioso: Trenitalia prevede una durata di 1 gg 15:24, quasi 40 ore, per quello che dovrebbe essere un tragitto di circa 50 km.

trenitalia

Eh sì, TrenITALIA presuppone che una ricerca per Lugo, fatta nella home page italiana di un sito italiano, debba per forza riguardare la città della Spagna e non della Romagna!

Confusione di lingue

C’è un altro problema: anche se la home page è in italiano, i risultati di ricerca appaiono in inglese, per la pessima idea di legare la lingua dell’interfaccia alle impostazioni del sistema operativo o del browser. Impossibile ignorare le traduzioni inglesi zoppicanti, già fatte notare da .mau., e vari dati visualizzati comunque in italiano, come ad es. in alcune descrizioni comando che appaiono al passaggio del puntatore, negli elenchi a discesa e in altri controlli (cfr. anche gg e Tutte Le Stazioni nell’esempio precedente).

Stazione di partenza Calendario

Forse i responsabili del sito di Trenitalia dovrebbero dare una ripassatina al concetto di internazionalizzazione!

Aggiornamento 3/3/2012 – Ho descritto altri problemi del sito in Trenitalia e le date.

Aggiornamento 13/4/2012 – Come segnalato anche nei commenti qui sotto, persistono sia il problema con Lugo che quello con le pagine in inglese.

Aggiornamento 5/11/2012 – Nei mesi scorsi l’interfaccia è stata ulteriormente modificata (con un uso peculiare di alcune icone) ma continua a essere impossibile cercare gli orari o comprare un biglietto da Lugo. .


Vedi anche: Alta velocità Trenitalia: vietato parlare di guasti!

Tag: , ,

Non sono consentiti commenti o ping.

14 commenti a “Trenitalia o Trenispagna?”

  1. 22 febbraio 2012 21:14

    Silvia Pareschi:

    Forse in realtà la durata che esce nel sito è quella a cui mirano le FS, con l’abolizione o la riduzione di molti treni regionali e locali utili “solo” ai pendolari. Cioè, si tratta della durata del tragitto a piedi!

  2. 22 febbraio 2012 21:24

    Stefano Bellezza:

    Tanto si sa, tradurre è solo questione di sapere un’altra lingua, no? Che bisogno c’è di incaricare dei professionisti se mio figlio o nipote ha studiato inglese al liceo?

  3. 22 febbraio 2012 22:20

    Licia:

    @Silvia, il trattamento riservato ai pendolari è davvero indecente. Mi dicono che con la scusa del maltempo (anzi, “avverse condizioni meteorologiche”) i disservizi in Romagna, sperimentati personalmente nella settimana di neve, continuano a durare anche ora che l’emergenza è finita da un po’. Mi sa che la tua ipotesi sia più realistica di quanto immagini…

    @Stefano, bentrovato! L’esempio che fa .mau., SMS Send successfully, riesce addirittura ad avere un vistoso errore di grammatica e uno lessicale in tre parole. No comment, davvero!

  4. 22 febbraio 2012 23:19

    Elio:

    è già tanto che il primo giorno della settimana sia di lunedì: vedi di non lamentarti troppo!!!

  5. 23 febbraio 2012 09:35

    linus:

    Cara Licia, scusa l’OT: è da un po’ di tempo che i giornali parlano del “populismo” di Obama, e ora Riotta (sentivo stamattina alla rassegna stampa) se ne è addirittura uscito con una teoria sul nuovo “populismo tecnocratico” riferito all’America e – anche – all’Europa. Ho provato a chiamare in RAI per chiarire che i termini “populism” e “populismo” hanno significati diversi: in inglese il termine è positivo e significa “fare gli interessi delle persone comuni”, mentre in italiano è negativo e significa “convincere con propaganda demagogica il popolo”, ma – ovviamente – non mi hanno passato la telefonata. Non sarebbe una cosa importante da far notare? Che una traduzione sbagliata rischia di diventare un concetto, sbagliato! Ciao, scusa il lungo OT e grazie per il blog che è bellissimo.

  6. 23 febbraio 2012 11:43

    Licia:

    @linus, grazie, ottimo esempio! Appena trovo l’aggancio vedo di fare un post.

  7. 23 febbraio 2012 12:02

  8. 23 febbraio 2012 13:09

    piero:

    Il sito con problemi è http://www.trenitalia.com/ ma invece il sito http://www.fsitaliane.it/ funziona correttamente.

  9. 23 febbraio 2012 13:27

    Licia:

    @Paola, grazie per il link 😀

    @Piero, grazie, molto utile, non sapevo che esistesse.
    Non capisco però questo proliferare di siti, ad es. se si fanno ricerche Orari e acquisto in http://www.trenitalia.com, le pagine di risultati hanno come indirizzo http://www.lefrecce.it e per vedere se i treni sono in ritardo bisogna andare su http://viaggiatreno.it

  10. 23 febbraio 2012 19:31

    Remo:

    A me i regionali li trova ancora, per ora.

  11. 24 febbraio 2012 10:42

    Licia:

    @Remo, oggi finalmente il sito sembra funzionare correttamente, ma fino a ieri sera qualsiasi ricerca con Lugo come stazione di partenza o di arrivo non mostrava alcun treno (perlomeno, però, non uscivano più i risultati con la città della Galizia).

  12. 26 febbraio 2012 09:38

    Marco:

    Io lo vedo in italiano (26/02), e posso ancora acquistare biglietti di treni regionali. Ma forse l’hanno sistemato dallla data del tuo post originale del 22/02. In effetti avevo letto altrove su Internet che non era più possibile comprare biglietti per i treni regionali.

  13. 27 febbraio 2012 17:33

    Licia:

    @Marco, credo che i problemi siano effettivamente durati solo un paio di giorni e poi risolti ma rimane la domanda come mai abbiano pubblicizzato la nuova versione del sito senza prima testarla a dovere. Forse non conoscono il concetto di sandbox?

  14. 29 marzo 2012 17:57

    Sara:

    Eh no Licia, i problemi del sito persistono invece, e non solo! Lugo è impossibile da trovare persino nelle macchinette delle stazioni per fare i biglietti, perchè evidentemente utilizzano la stessa interfaccia del sito internet, costringendo le persone (dopo che hanno perso tempo nel tentativo di fare il biglietto dalla macchinetta) ad andare a fare la fila allo sportello. Il sito è stato testato a dovere, fidati. Lascia perdere, non difendere quei coglioni di Trenitalia!