Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Ambiguità con le ciabatte

Quando si imparano i primi rudimenti di linguistica computazionale e si tratta l’ambiguità sintattica (o strutturale), un esempio ricorrente è la frase che descrive qualcuno che guarda qualcun altro con il cannocchiale, rappresentabile con due diversi alberi sintattici:

alberi sintattici

(Immagine da una lezione del Corso di laurea in Scienze e tecniche di psicologia cognitiva applicata dell’Università di Trento, non più disponibile online)

Al differenza dei computer*, di solito una persona non ha difficoltà a dare l’interpretazione corretta (in questo caso decidere chi ha con sé lo strumento ottico, e quindi se il sintagma preposizionale con il cannocchiale dipende dal sintagma verbale guardano o dal sintagma nominale l’uomo) perché dal contesto ricava facilmente le informazioni semantiche e/o pragmatiche necessarie.

È una capacità su cui fa affidamento l’emittente di un messaggio, spesso non consapevole di produrre frasi con ambiguità che vengono notate solo dal ricevente. In inglese i crash blossom sono un esempio tipico di questo genere. [Altri dettagli nei commenti qui sotto]

Mi è quindi sembrata degna di nota la reazione di uomo che, nonostante una situazione stressante, pare analizzare la struttura della frase che sta producendo e, rendendosi conto che è potenzialmente ambigua, dopo un brevissimo attimo di esitazione aggiunge un sintagma preposizionale per impedire l’interpretazione non voluta:

Attenzione: se premete il tasto YouTube icon vi verranno installati cookie di terze parti, siete avvisati!

* IBM Watson escluso, ovviamente!

Tag:

Non sono consentiti commenti o ping.

11 commenti a “Ambiguità con le ciabatte”

  1. 11 febbraio 2012 17:23

    SuomItaly:

    Giorni fa su “Language Log” è stato segnalato un curioso “crash blossom” finlandese.

    Pare che in finlandese esista il termine kielikukkanen come traduzione per “crash blossom”.

    Esiste per caso anche un traducente italiano?

  2. 11 febbraio 2012 18:28

    Licia:

    @SuomItaly, grazie, aggiungo il link perché è un intervento interessante: Rare Finnish Crash Blossom.

    Non credo ci sia un nome italiano per descrivere i crash blossom perché è un neologismo recente (2009) che fa riferimento in modo specifico ai titoli di giornale (dove, specialmente nell’inglese britannico, le frasi vengono compresse omettendo copula, preposizioni e articoli). Questo tipo di ambiguità è più comune nelle lingue isolanti come l’inglese (la funzione grammaticale delle parole è determinata in gran parte dall’ordine delle parole all’interno della frase) che nelle lingue flessive come l’italiano (la funzione grammaticale è indicata dalle variazioni morfologiche delle parole, come declinazione e coniugazione) o nelle lingue agglutinanti come il finlandese.

    I crash blossom sono un tipo di garden path sentence, una frase alla quale si dà un’interpretazione per poi dover “fare retromarcia” e cominciare con una nuova interpretazione (seguendo quindi un percorso diverso) quando vengono aggiunti elementi che fanno capire che l’interpretazione in corso non è corretta. L’esempio classico è la frase time flies like an arrow se viene seguita da and fruit flies like a banana. Mi sembra che anche in italiano si usi il termine inglese garden path sentence (ma c’è anche chi parla di frasi labirinto).

    Time flies like an arrow. Fruit flies like a banana.

    Un termine usato in linguistica è anfibologia, che per alcuni indica l’ambiguità di un’espressione o di una frase “interpretabile grammaticalmente in modo duplice”, per altri invece ha un significato più ampio e si tratta di un’interpretazione scorretta dovuta non solo ad ambiguità sintattiche ma anche semantiche o a omofonia.


    Aggiornamento 12 febbraio – Su Language Log è appena stato pubblicato un altro intervento interessante sull’argomento crash blossom.

  3. 12 febbraio 2012 00:08

    maxxfi:

    Un altro esempio dal finlandese si è avuto con un titolo di giornale di diversi anni fa.
    La questione girò un po’ per i forum e ne uscirono 10 interpretazioni grammaticalmente corrette (ma non tutte completamente realistiche) 🙂 raccolte graficamente da questa vignetta: http://naurunappula.com/153883/phone-and-shotgun3png.png
    Un breve commento (in inglese) lo si può leggere qui: http://hardwick.fi/blog/?p=435

  4. 12 febbraio 2012 07:25

    Rose:

    Molto interessante, Licia. E, sempre a proposito dei media, non trovi che il modo di leggere le notizie, da parte dei giornalisti televisivi, crei spesso ambiguità? Sembra che abbiano frequentato tutti la stessa scuola, dove mandano a pallino la punteggiatura e insegnano a fare le pause in luoghi improbabili. Il tutto per dare un tono incalzante alle notizie, naturalmente, ma è un fatto che questo spesso generi delle perplessità, soprattutto in una lingua straniera.

    Mi sono allontanata troppo dal seminato? 🙂 Però avevo già fatto i ‘compiti a casa’, leggendo tutto quello che ho trovato sui garden path sentence, giuro.

  5. 12 febbraio 2012 11:59

    Licia:

    @maxxfi, grazie, molto interessante.
    @Rose, mi spiace, sui telegiornali non saprei cosa dire perché non guardo mai la televisione.

  6. 17 febbraio 2012 11:17

    Paola:

    Romagna verace: “Noi la neve la sbadiliamo in ciabatte!!!”
    N.2

    http://www.youtube.com/watch?v=zqHq65qeZz4

  7. 19 febbraio 2012 18:55

    Licia:

    @Paola: 😀
    E chissà se il verbo sbadilare entrerà nei dizionari?

  8. 21 febbraio 2012 14:34

    Licia:

    Un esempio di garden path sentence italiana appena visto in David Foster Wallace, che oggi avrebbe 50 anni:

    Promosso per tutte le superiori con il massimo dei voti, ha giocato a football, ha giocato a tennis, ha scritto una tesi in filosofia e un romanzo ancora prima di laurearsi ad Amrhest, ha seguito un corso di specializzazione in scrittura creativa, ha pubblicato il romanzo, ha fatto sì che una città intera di editor e scrittori bercianti, sgomitanti e pronti a gambizzare chiunque si innamorasse di lui perdutamente

    Come oggetto del gambizzare avevo considerato [chiunque si innamorasse di lui] e quindi mi ero trovata spiazzata quando la frase si era apparentemente interrotta, così avevo dovuto rileggerla attentamente per capire che invece l’oggetto era semplicemente chiunque e l’interpretazione corretta era [ha fatto sì che una città [di editor e scrittori pronti a gambizzare chiunque] si innamorasse di lui].

  9. 29 febbraio 2012 19:24

    Nautilus:

    Ho scovato questa pagina di Wikipedia che parla di ambiguità sintattica: http://it.wikipedia.org/wiki/Ambiguit%C3%A0_sintattica.

    Al momento i tre esempi ospitati sembrano delle forzature (non vengono citate le fonti, dunque sembrano costruiti ad hoc); ciò a conferma che nella nostra lingua il fenomeno crash blossom ha occorrenza e frequenza piuttosto ridotte (e questo nonostante la superficialità media dei nostri giornalisti e telegiornalisti).

  10. 1 marzo 2012 11:51

    Licia:

    @Nautilus, effettivamente sembra che gli esempi siano costruiti appositamente, cercando magari di adattare dall’inglese (qui il telescopio anziché il solito cannocchiale o il binocolo come l’inglese binoculars :-)). Per l’italiano un esempio che va per la maggiore (strano quindi che non sia stato usato da Wikipedia!) è la vecchia porta la sbarra.

    PS Per chi non lo conoscesse, segnalo il blog di Nautilus, Lituopadania, sempre ricco di informazioni interessanti, tra cui molte linguistiche.

  11. 2 marzo 2012 10:42

    Nautilus:

    Onoratissimo dalla citazione! Ne approfitto per farti i complimenti per lo stile e i contenuti del blog, ti leggo sempre con grande piacere.