Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Arriva il fantomatico Blizzard!

La scarsa padronanza dell’inglese di chi scrive sui giornali online continua a stupirmi:

Dopo il Brian ecco il Blizzard
Arriva “blizzard”, weekend di gelo
Gelo, adesso arriva il Blizzard

La parola blizzard* ci viene propinata come se fosse un nome proprio, un vento in arrivo “dai paesi baltici” paragonabile al buran (o burian o burano) proveniente dalla Siberia.

Sembra che nelle redazioni non abbiano riconosciuto blizzard come una parola del lessico comune inglese che descrive una tempesta di neve con venti molto forti e scarsa visibilità, un fenomeno tipico di alcune zone di Stati Uniti e Canada.

Ho sentito un esperto italiano che mi ha confermato che blizzard non è un termine tecnico e sarebbe preferibile parlare di tormenta e/o tempesta (di neve), come stanno facendo, ad esempio, i meteorologi Lombroso e Mercalli. Chissà come ha fatto la parola blizzard a insinuarsi nelle redazioni dei quotidiani online a proposito di paesi baltici…
.

* L’etimologia di blizzard è incerta ma la parola è di origine britannica e contiene elementi
   di fonosimbolismo.


Vedi anche: post nella categoria media e #snOMG! (neologismi inglesi per parlare di bufere).

Tag:

Non sono consentiti commenti o ping.

3 commenti a “Arriva il fantomatico Blizzard!”

  1. 8 febbraio 2012 22:18

    Mauro:

    Come ha fatto? Semplice è una parola inglese. Quindi molto più figa di una qualsiasi parola italiana 🙁

  2. 10 febbraio 2012 08:35

    Rose:

    Imparata una nuova parola (ma qui da te mi succede spesso): fonosimbolismo, che è pure più facile di onomatopeismo.

    Non c’è speranza. Il Blizzard ormai entrerà negli annali.

  3. 10 febbraio 2012 12:37

    Licia:

    @Rose, in effetti blizzard è una delle parole inglesi più sentite in questi giorni e quindi anche tra gli hashtag più usati in Twitter, dove si può vedere che davvero sono moltissimi a credere che sia il nome di un vento


    Aggiungo alcuni esempi di notizie di oggi dove si continua a trattare blizzard come se fosse il nome proprio di un vento o di una perturbazione:

    La Stampa: In Veneto il temuto Blizzard è passato veloce ieri notte, con una nevicata breve che ha interessato soprattutto Padova, Vicenza e Treviso, stamane sotto un velo bianco.

    Corriere della Sera: Il Blizzard torna in Italia dopo anni

    Il Resto del Carlino: Blizzard rallenta, il picco era atteso a mezzogiorno.

    Blitz quotidiano: Blizzard è arrivato in italia ed ha inghiottito nella morsa del gelo e della neve le regioni dall’Emilia Romagna alla Campania.