Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

“Stay hungry. Stay foolish” in italiano

Morgaine, una lettrice del blog, mi ha scritto a proposito di Stay hungry. Stay foolish, la frase pronunciata da Steve Jobs a conclusione dell’ormai famoso discorso ai laureandi di Stanford.

Stay hungry. Stay foolish. Contesto: Jobs aveva spiegato che la frase non era sua ma era apparsa sull’ultimo numero di Whole Earth Catalog, una rivista “alternativa” della controcultura americana che era stata una specie di bibbia per la sua generazione.

Morgaine mi ha chiesto di parlarne perché la traduzione scelta da quasi tutti i media italiani, Siate affamati, siate folli, non è corretta.

Qualche osservazione sulle singole parole:

Stay In questo contesto l’imperativo inglese incita a continuare ad avere le caratteristiche evidenziate, anche quando si conclude una fase o avviene un cambiamento importante (ad es. fine della rivista / fine dell’università).
Essere
(Siate)
L’imperativo italiano esorta invece a diventare persone con qualità che finora, presumibilmente, non sono state proprie. .
.
Hungry La mia sensazione è che in inglese il significato metaforico sia molto marcato, basti pensare alla frequenza di hungry for <sostantivo> e di hungry to <verbo>. Le connotazioni sono soprattutto positive: desiderio molto forte di fare od ottenere qualcosa, quindi anche passione.
Affamato Mi sembra che l’aggettivo italiano, se usato senza specificare alcun oggetto, richiami innanzitutto il significato letterale di “mancanza di cibo” e poi quello di “avido, bramoso” ma non comunichi la stessa idea espressa in inglese. Nell’uso metaforico affamato compete con assetato e forse per questo può risultare meno idiomatico.   
.
Foolish È un falso amico, in inglese infatti non vuole dire “folle” ma descrive un comportamento sciocco o percepito come poco razionale (ad es. don’t be foolish può significare “sii ragionevole”). Nel contesto citato da Jobs ha un valore positivo perché fa pensare a imprevedibilità e capacità di pensare in maniera non convenzionale e senza condizionamenti.
Folle L’aggettivo italiano ha una connotazione negativa di “pazzia” e di “comportamento malato” del tutto assenti in inglese..

La citazione di Jobs è un esempio di anafora (le due frasi che la compongono iniziano con la stessa parola) e questa struttura va riprodotta nella traduzione. Possibili opzioni:

Continuate a <verbo>, continuate a <verbo>.
Problema: continuare va seguito da un’azione mentre qui vanno evidenziati degli attributi. Eventuali aggettivi andrebbero però preceduti dal verbo essere che appesantirebbe la frase riducendo l’impatto della figura retorica. 
.
Restate <aggettivo>, restate <aggettivo>.
Problema: restare e rimanere possono comunicare anche staticità e dare quindi una connotazione non voluta; l’alternativa mantenersi, secondo me, subisce l’influenza di collocazioni come mantenersi giovani, mantenersi in salute che potrebbero richiamare il modo di esprimersi di una persona un po’ antiquata.

Traduzioni alternative –– Tra i pochi media che hanno fatto scelte diverse da siate affamati, siate folli, c’è chi ha reso hungry con curioso (solo nel titolo!), un aggettivo che mi pare debole in questo contesto, e chi con famelico, che però ha una connotazione ferina del tutto assente in inglese. Ho visto anche stay foolish reso con restate un po’ matti ma non mi convince perché l’aggiunta di un po’ spezza il ritmo della frase, rendendola poco incisiva.

Cosa ne pensate? Che traduzione vorreste vedere? O forse avreste voluto vedere, se ritenete che Siate affamati, siate folli faccia già parte dell’immaginario collettivo* e ormai non sia più modificabile? Viene in mente Grande Fratello da 1984 di Orwell: in inglese big brother vuol dire “fratello maggiore” (cfr. “fratello grande” in italiano) ma ormai una traduzione alternativa sarebbe improponibile.


* Esempio: un titolo come Siate aspiranti, siate elettrici può ironizzare giocando con la
* citazione perché dà per scontato che i lettori riconoscano la formulazione Siate X, siate Y.


Aggiornamento: per chiarire alcuni dubbi emersi nei commenti ho aggiunto il punto di vista di alcuni colleghi americani in Stay hungry. Stay foolish. (2). Sull’argomento “Steve Jobs” vedi anche Campo di distorsione della realtà e visionary ≠ visionario.

Tag: , , ,

Non sono consentiti commenti o ping.

52 commenti a ““Stay hungry. Stay foolish” in italiano”

  1. 1 dicembre 2014 11:23

    Licia:

    @Antonio, grazie per il contributo.

  2. 26 gennaio 2015 02:22

    Alain:

    Ciao Licia,

    Secondo me i media italiani hanno privilegiato la forma come al solito.

    Presi singolarmente “hungry” e “foolish” hanno un valore negativo anche in inglese e una primissima lettura letterale “stay hungry, stay foolish” sembra un controsenso.

    Dopodiché scatta il piano metaforico del “Continuate a sognare, continuate a esplorare” di Silvia, che è il senso proprio del messaggio.

    Allora perché non si è imposta una versione come questa? Facendo la tara della (chiamiamola) superficialità di alcuni giornali, secondo me è perché il messaggio in sé è piuttosto piatto.

    Se non è “When you wish upon a star” di Pinocchio, poco ci manca :)

    No, la vera novità è proprio il gioco di prestigio di presentarlo in una forma apparentemente contraddittoria, che è quella che è stata mantenuta in italiano.

    “Siate affamati, siate folli” è apparentemente un controsenso, quasi un malocchio. Se la sua “riscrittura” in inglese ruotava attorno ai sensi secondari e metaforici delle sue parole, in italiano si regge interamente sul contesto circostante.

    Tutti sanno che l’ha pronunciata Steve Jobs, tutti sanno più o meno che era e cosa ha fatto, e da lì ricostruiscono il messaggio.

    Una soluzione che sacrifica la sostanza sul piano puramente estetico? Concordo. Però in questo caso il piano estetico è forse quello più importante, sia in origine (Apple di quello campa), sia in italisno (dove l’esotismo e l’arguzia del guru valgono certamente di più della morale da Bacio Perugina) :)