Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

blog ≠ post

Mi piace molto Johnson, il blog di The Economist sull’uso e l’abuso del linguaggio nella politica, nell’economia e nella cultura (il nome deriva dall’autore del dizionario inglese ma spesso vengono discusse anche altre lingue).

blog ≠ postDevo ammettere che qualche giorno fa ho provato una certa soddisfazione nel leggere Check out this blog e scoprire che uno degli autori condivide un mio pet hate: la parola blog usata erroneamente come sinonimo di post o posting, ad es. I just wrote a new blog on X.

Temo che l’uso non corretto di blog si stia diffondendo anche in italiano (ad es.*ho scritto un blog su XYZ), eppure la differenza tra i due termini dovrebbe essere chiara: questo blog si chiama Terminologia etc. mentre il post è intitolato blog ≠ post.

Vedi anche: 10 anni della parola blog.


Per chi eventualmente arrivasse qui con una ricerca sulla differenza di significato tra blog e post, riporto due definizioni:

blog un sito internet, generalmente gestito da una persona o da un ente, in cui l’autore (blogger) pubblica più o meno periodicamente, come in una sorta di diario online, i propri pensieri, opinioni, riflessioni, considerazioni ed altro, assieme, eventualmente, ad altre tipologie di materiale come immagini o video [Wikipedia]
post messaggio testuale, con funzione di opinione o commento, inviato in uno spazio comune su Internet per essere pubblicato. Tali spazi possono essere blog, newsgroup, forum (o board)  [Wikipedia]

…gnificato blog

Tag: ,

Non sono consentiti commenti o ping.

4 commenti a “blog ≠ post”

  1. 23 marzo 2011 16:09

    Francesco:

    Molto interessante questo uso fuorviato (e fuorviante) del termine blog in inglese…credo però che in italiano non si arriverà a tanto, anzi, mi capita spesso di sentir confondere il commento (come questo) con un post (ad es., “ho messo un post a quello che hai scritto tu”, “ho postato in risposta a quello che hai scritto”). Più o meno il ragionamento segue la stessa gerarchia del blog > post: solo che in questo caso il post > commento (spero si capisca il concetto…)

    In chiusura: credo che l’Italia digitale sia molto più interessata ai commenti, ai “like” e agli status update di Facebook che ai bei blog post come questo (ahimè)!

  2. 23 marzo 2011 17:01

    Licia:

    @Francesco: grazie, post=commento non l’avevo ancora sentito. Forse però una sua logica ce l’ha, post come abbreviazione di post scriptum?!? Se sì, come esempio creativo di “etimologia popolare” si meriterebbe un bel like! 😀

  3. 25 marzo 2011 21:56

    Andrea:

    Ma dalla definizione non discende che un commento è un post ?
    In questo caso (commento=post) non sarebbe un uso improprio.

    Che poi in italiano sarebbe più appropriato usare il termine ‘commento’ è un altro discorso.

    Approfitto per fare i complimenti al blog sempre molto interessante).

  4. 26 marzo 2011 09:37

    Licia:

    @Andrea: grazie, quello che dici è molto interessante, in effetti nessuna delle definizioni di post che avevo consultato mi convinceva troppo (ad es. prova a fare doppio clic su post e visualizzare la voce del Dizionario di informatica della Zanichelli) perché sottolineavano il contesto “forum e gruppi di discussione”.
    Pensando all’inglese, la tua osservazione è confermata in pieno, infatti si dice post a comment.
    Però visto che abbiamo la parola commento, sono d’accordo con te, continuiamo a usarla!