Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Manganelli e att(r)onimi

manganelli_2 Nelle notizie della settimana scorsa [settembre 2010] è stato spesso citato il capo della polizia italiana, Antonio Manganelli, personaggio con un nome che rimane decisamente impresso, visto il ruolo ricoperto. Allo stesso modo si fanno notare padre Cantalamessa (predicatore) e monsignor Crociata (segretario della CEI).

I nomi di questo tipo sono detti attronimi o attonimi:

Attronimo o attonimo è la traduzione proposta dal linguista Tullio De Mauro per la parola inglese aptronym, che indica un nome di persona che si trova in relazione con il lavoro svolto dalla persona stessa (o con la sua personalità o altri aspetti del suo carattere). Un esempio può essere un meteorologo il cui cognome è Tempesta; fra gli attronimi di persone famose c’è il disegnatore ed animatore Bruno Bozzetto.
La parola inglese è un neologismo formato dall’aggettivo apt (adatto) e dal suffisso –(o)nym che corrisponde all’italiano –onimico, "relativo al nome".
[fonte: Wikipedia]

Esempi di attronimi italiani qui e inglesi qui e qui. L’Encyclopædia Britannica ritiene che la parola inglese aptronym sia stata coniata dal giornalista americano F.P. Adams anagrammando patronym (patronimico) in modo da evidenziare l’aggettivo apt.

Un sinonimo inglese di aptronym è euonym  e un altro termine correlato è nominative determinism, reso in italiano con il calco determinismo nominativo, usato per descrivere l’influenza del cognome, ma anche del nome, nelle proprie scelte di vita (idea non recente, basti pensare a nomen omen!). Ne parlava Dimmi come ti chiami … e ti dirò chi sei! [non più disponibile] riprendendo un articolo di The Telegraph.

Tornerò sull’argomento con qualche esempio di attronimi e traduzione [link aggiunto].


Vedi anche: post che parlano di retronimi, eponimi, toponimi, marchionimi e acronimi.

Tag: , ,

Non sono consentiti commenti o ping.

2 commenti a “Manganelli e att(r)onimi”

  1. 21 settembre 2010 09:29

    .mau.:

    “attronimo” non mi piace, sento meglio “attonimo” !

  2. 21 settembre 2010 09:46

    Licia:

    @ .mau.: anche perché, a sentire certi nomi, uno può rimanere parecchio attonito 😉