Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

“portmantologist”, parola da salvare

Sono andata a curiosare su Save the Words [sito non più attivo], un’iniziativa di Oxford English Dictionaries per “salvare” parole insolite che stanno cadendo nel dimenticatoio. La prima parola apparsa è stata portmantologist, chi studia o crea portmanteau word, le parole formate dalla fusione di due o più parole.

portmantologist: one who studies or coins portmanteau words

Da portmanteau word a parola macedonia

Portmanteau word è una polirematica coniata da Lewis Carrol per descrivere le parole inventate per il poemetto Jabberwocky e che Humpty Dumpty spiega ad Alice con la metafora del “baule armadio”, caratterizzato da due parti unite da una cerniera: 

`Well, "slithy" means "lithe and slimy". "Lithe" is the same as "active". You see it’s like a portmanteau — there are two meanings packed up into one word.’  […] …"mimsy" is "flimsy and miserable" (there’s another portmanteau for you).

(Through the Looking Glass

Il termine linguistico inglese è blend, quello più scherzoso frankenword. In francese c’è il calco mot-valise e in tedesco Kofferwort, e anche in italiano c’è chi dice parola valigia. Ai tecnicismi composto aplologico (cfr. aplologia) e neologismo sincratico preferisco parola macedonia ma non mi dispiace tamponamento (di parole).

Aggiungo che i media italiani spesso descrivono questo tipo di composizione come crasi ma è un uso improprio del termine.

Nella formazione delle parole macedonia vengono usati meccanismi diversi: in italiano viene privilegiata l’unione della parte iniziale di una parola con una seconda parola che invece rimane intatta (ad es. mandarancio da mandarino+arancio), mentre in inglese prevale la composizione con la parte iniziale della prima parola e la parte finale della seconda parola (ad es. motel da motor+hotel) e hanno maggiori probabilità di affermarsi le fusioni che risultano bilanciate.

Parole macedonia nella terminologia informatica

Una caratteristica delle parole macedonia inglesi nate in ambito tecnico e informatico è che di solito vengono adottate in italiano come prestiti. Qualche esempio: transistor (transfer+resistor), transceiver (transmitter+receiver), transponder (transmitter+responder), codec (coder+decoder), bit (binary+digit), pixel (picture+element), widget (windows+gadget), camcorder (camera+recorder), blog (web+log), vlog (video+blog), netiquette (Internet o net+etiquette), emoticon (emotion+icon), podcast (iPod+broadcast), webinar (web+seminar), modem (modulator+demodulator), malware (malicious+software), spim (spam+IM), termbase (terminology+database). Altri esempi nei post con tag parole macedonia.

Altre parole da salvare

Tornando invece a Save the Words e a iniziative simili per l’italiano, nell’ultima edizione del Vocabolario Zingarelli sono segnalate oltre 2900 “parole da salvare” e da qualche anno la Zanichelli indice il concorso Salva Parola, a cui sono associate le riflessioni di Osservatorio della lingua italiana: esempi qui e qui

A me piace il Dizionario delle parole perdute [link aggiornato]: non tutte le parole sono dimenticate od obsolete ma è divertente curiosare tra le varie voci perché tutte includono un ricordo di chi le ha proposte, ad es. una parola che io non sentivo più dai tempi della scuola è cimosa.

Anche il blog Kielipiha ha iniziato un “viaggio alla ricerca delle parole italiane obsolete”.


Aggiornamento ottobre 2011 – La Società Dante Alighieri, in collaborazione con i quattro principali dizionari italiani, ha lanciato l’iniziativa Adotta una parola “allo scopo di sensibilizzare il pubblico ad un uso corretto e consapevole delle parole, favorire una conoscenza più ampia del lessico, monitorare l’uso di alcuni termini, e più in generale promuovere la varietà dell’espressione nel mondo della comunicazione globale”. Io ho adottato occasionalismo, che avevo già usato qui.


Vedi anche: La lingua inglese vista dall’Oxford English Corpus.

Tag: , , , ,

Non sono consentiti commenti o ping.

Non si possono aggiungere commenti.