Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Le competenze linguistiche nella localizzazione

Una conversazione recente mi ha fatto rispolverare Le competenze linguistiche nella localizzazione, un intervento fatto al convegno Tradurre: formazione e professione organizzato dall’Università di Padova nell’aprile 2006. Era stato introdotto così:

La traduzione è l’attività più conosciuta e meglio descritta all’interno del processo di localizzazione ma non rappresenta l’unica fase del ciclo di vita di un prodotto per la quale sono richieste competenze linguistiche specializzate. In questo intervento verranno brevemente analizzate altre fasi dello sviluppo di un prodotto che possono richiedere competenze linguistiche e culturali: globalizzazione, considerazioni geopolitiche, inglese come seconda lingua, identificazione di nuova terminologia e gestione terminologica, definizione di guide di stile e materiale di riferimento, revisione e controllo di qualità, opportunità create dai sistemi di traduzione automatica e interazione con l’utente finale.

La trascrizione dell’intero intervento è disponibile qui ed è pubblicata nel volume Tradurre: formazione e professione, a cura di Maria Teresa Musacchio e Geneviève Henrot Sostero, Centro Linguistico di Ateneo, Università degli Studi di Padova, 2007.

Tag: ,

Non sono consentiti commenti o ping.

2 commenti a “Le competenze linguistiche nella localizzazione”

  1. 9 giugno 2009 09:48

    Luigi Muzii:

    Per completezza, segnalo che, sul sito del Gruppo L10N, dai giorni immediatamente successivi il convegno, sono disponibili la presentazione dell’intervento di Bruno Ciola su "La terminologia orientata alla traduzione: nuove realtà, nuovi approcci", il testo e la presentazione (1,01 MB) del mio intervento su "La localizzazione del software" e la presentazione dell’intervento di Manuel Mata Pastor su "La formazione in localizzazione".

  2. 9 giugno 2009 23:32

    Licia:

    @Luigi Muzii: grazie per la segnalazione.