Terminologia etc.

Terminologia, localizzazione, traduzione e altre considerazioni linguistiche

Animali nella terminologia informatica

Pubblicato il 10 ottobre 2008 in blogs.technet.com/terminologia
English version: Animals and… IT terminology!


Ieri stavo rivedendo alcuni termini di Microsoft Project, tra i quali turtle contour: si tratta di un profilo di distribuzione del carico di lavoro rappresentato graficamente da una forma trapezoidale. In italiano turtle è stato reso con carico centrale, evitando ogni riferimento alla forma del guscio della tartaruga.

Mi sa che avevo bisogno di una pausa perché mi sono distratta a pensare ai termini informatici che in inglese contengono riferimenti agli animali

Come prevedibile, in questi casi le metafore relative a esseri viventi espresse dai neologismi semantici inglesi non appaiono riproducibili in italiano e in genere si opta per dei prestiti. Questi gli "animali" che mi sono venuti in mente:

mouse – in parecchie altre lingue il nome del dispositivo coincide con quello del roditore ma in italiano abbiamo preferito il prestito;
bug – per indicare un errore di programmazione, nella terminologia Microsoft si preferisce il termine inglese originale al calco omonimico baco;
spider – termine inglese anche per i programmi utilizzati dai motori di ricerca per identificare nuove informazioni sul Web. Effettivamente in italiano sarebbe ridicolo fare riferimento ai ragni sulle ragnatele (web) ma a quanto pare non lo è in altre lingue, ad es., anche senza aver fatto il liceo classico, qualche sospetto sul greco αράχνη mi viene…
virus – non proprio un animale e poi è latino e non inglese, ma lo includo lo stesso perché è uno dei pochi termini veramente internazionali;
worm – prestito anche per il codice malintenzionato che si autoreplica e si propaga automaticamente; altre lingue invece traducono, ad es. in spagnolo si dice gusano, come il verme nella tequila;
watchdog – il "cane da guardia" è un dispositivo dii controllo (un sistema di temporizzazione hardware) e anche in questo caso si preferisce il prestito.

Altri riferimenti meno diretti ad animali, sempre in inglese:

un termine informale per descrivere la posta tradizionale, lenta come una lumaca rispetto a quella elettronica, è snail mail;
chi ricorda Veronica, uno dei primi servizi per Internet, saprà che il nome era un acronimo con un riferimento ai "roditori", very easy rodent-oriented Netwide index to computerized archives.

E in italiano, senza influenze dell’inglese? Mi vengono in mente solo chiocciola per il simbolo @ e bufala.


Aggiornamento 2012 – In Metafore e terminologia informatica 2 alcune osservazioni sui neologismi semantici riconducibili a esseri viventi.

a real bug!!   from my mum's garden!!

Alcuni commenti che erano stati aggiunti al post originale.

Commento di Enrico:

Perdona la curiosità, ma che tipo di insetto è quello nella foto, se lo sai?

Licia:

Ciao Enrico, è una cimice delle piante (Nezara viridula), odioso insetto comunissimo in questo periodo nel giardino di mia mamma, dove è stata fatta questa foto. Qui però sembra quasi un simpatico animaletto…

La foto ha una descrizione che appare al passaggio del mouse, ma mi dicono che si vede solo con Internet Explorer e non con altri browser.  Ad ogni modo, ho deciso di usarla perché in inglese (soprattutto americano) bug è un nome generico che indica qualsiasi tipo di insetto e quindi mi sembrava che fosse legato all’argomento… Bug colloquialmente è anche molto usato per indicare un virus, ad esempio tummy bug è un virus intestinale.

Commento di Ivan:

In effetti, se non usi explorer, il commento non si vede. Per fortuna non si sente neanche la puzza che questo insetto emette se spaventato!

Licia:

@ Ivan: pensa che conosco chi in sbaglio ne ha mangiata una. Ha dovuto fare i gargarismi con la Lemonsoda per cercare di liberarsi del sapore.

Commento di Elio:

Sono io! Non riuscivo a far sparire il saporaccio neanche con le Fisherman Bianche! Per fortuna la lemonsoda (unico liquido a portata di mano) è riuscita nell’intento.

È un’esperienza che non auguro a nessuno…

Tag: , , ,

Non sono consentiti commenti o ping.

Un commento a “Animali nella terminologia informatica”

  1. 13 maggio 2009 10:14

    Terminologia etc. – Ungheresi, cammelli e notazioni:

    […] oltre al termine inglese Pascal Case, ci sono altri due nomi di notazioni che trovo interessanti, Camel Case e Hungarian Notation  […]